A maggio e giugno risale il Pil italiano, la crescita continuerà nel terzo trimestre

Nei mesi di maggio e giugno è iniziata una risalita dell’andamento del Pil italiano, ma solo “parziale” e “i rischi che si affievolisca sono alti, lasciando l’attività su livelli compressi”. È quanto rileva il Centro Studi di Confindustria nella Congiuntura Flash di luglio, mese in cui inizia il terzo trimestre e che “farà registrare una variazione positiva del Pil dopo il minimo della recessione nel secondo”

Continua a leggere

Nel 2020 Pil in calo di oltre il 10%, un recupero totale si avrà solo nel 2025

Il Pil italiano scenderà del 10,1% nel 2020, recuperando solo in parte (+5,9%) nel 2021. Sono le stime che emergono dal rapporto di previsione di luglio di Prometeia, che sottolinea come si tratti della “peggiore recessione mai registrata in tempi di pace”. In Italia “il recupero dei livelli di attività pre-Covid avverrà solo nel 2025”.

Continua a leggere

Nel 2020 il Pil scenderà dell’8,3%, brusco calo di investimenti e commercio internazionale

Nel 2020 il Pil del nostro Paese calerà dell’8,3%, mentre nel 2021 ci sarà un primo recupero del 4,6%. Lo rende noto l’Istat, che ha diffuso le previsioni per l’economia italiana per il 2020 e il 2021. A scendere sono in particolare gli investimenti (-12,5%) e il commercio internazionale (-14,4% le importazioni e -13,9% le esportazioni).

Continua a leggere
SANYO DIGITAL CAMERA

Pil in calo del 4,7% nel primo trimestre, il lockdown ha bloccato il 66% dell’export manifatturiero

La stima preliminare dell’Istat indica in -4,7% la variazione del Pil italiano nel primo trimestre del 2020 rispetto a quello precedente, con una variazione acquisita per il 2020 del -4,9%. A pagare un prezzo molto alto è stato l’export manifatturiero, dato che il lockdown in Italia ha bloccato le imprese del settore che da sole ne rappresentano il 66,6%.

Continua a leggere

La crisi sanitaria avrà un forte impatto sul Pil, ma la ripresa arriverà nel 2021

Secondo le stime di Goldman Sachs, c’è il 90% di possibilità che la pandemia da Covid-19 porti a una recessione globale. Ma nel 2021 arriverà il rimbalzo. In Italia il Pil subirà una contrazione del 3,4% nel 2020, mentre nel 2021 la stima di crescita è di +3,5%. L’Eurozona subirà una contrazione dell’1,7%, mentre nel 2021 ci sarà una crescita del 3,5%. Germania, Francia e Spagna subiranno cali del proprio Pil rispettivamente dell’1,9%, dello 0,9% e dell’1,3%.  

Continua a leggere