Condition monitoring

Multi Physics Box: monitorare vibrazioni, urti e temperature per prevenire i guasti

Il Multi Physics Box (MPB) di Sick è un dispositivo in grado di monitorare contemporaneamente vibrazioni, urti e temperature su vari componenti critici come azionamenti, motori, pompe e sistemi di trasporto.

Pubblicato il 02 Ago 2023

MPB_Product_0101368

Sick ha introdotto il suo primo sensore specificamente progettato per il Condition Monitoring, il Multi Physics Box (MPB).

Questo dispositivo è in grado di monitorare contemporaneamente vibrazioni, urti e temperature su vari componenti critici come azionamenti, motori, pompe e sistemi di trasporto.

Grazie a questa caratteristica, è possibile identificare precocemente qualsiasi cambiamento di stato, permettendo così di prevenire potenziali malfunzionamenti e interruzioni di macchine e processi.

L’MPB offre opzioni di montaggio flessibili e può essere parametrizzato rapidamente e facilmente tramite SOPAS e IO-Link.

I valori limite per vibrazioni, urti e temperatura possono essere regolati individualmente e, in riferimento alle soglie di vibrazione previste da ISO 10816-3, l’MPB offre, anche, la possibilità di impostare i corrispondenti allarmi. I valori misurati del Multi Physics Box forniscono una valida base di dati per applicazioni correlate al monitoraggio delle condizioni e alle soluzioni digitali.

Rilevare in anticipo segnali di malfunzionamenti

Il sensore Multi Physics Box è progettato per rilevare in anticipo i primi segnali di malfunzionamento, che spesso si manifestano come vibrazioni e variazioni di temperatura, in azionamenti, motori, pompe e ventole.

Il sensore MPB10 per il Condition Monitoring offre una maggiore trasparenza, rendendo visibili i cambiamenti nelle caratteristiche degli azionamenti, motori e macchine, e quindi fornendo informazioni sullo stato attuale della macchina.

Il dispositivo può essere avvitato o fissato con una piastra di adattamento a un componente della macchina. Il Sopas Engineering Tool di Sick consente una facile parametrizzazione tramite IO-Link, fornendo una visualizzazione dei valori limite personalizzabili per vibrazioni, urti e temperatura.

Durante il funzionamento, il sensore MPB10 raccoglie i dati misurati per le tre variabili di condizione, che vengono poi processati e interpretati dal sensore stesso, fornendo così un’indicazione precoce di potenziali malfunzionamenti. Questo permette una pianificazione tempestiva delle misure di manutenzione, minimizzando i costi e i tempi di fermo. In caso di superamento di un valore limite preimpostato, il sensore emette un avviso tramite un’uscita di commutazione o IO-Link. MPB10 supporta anche il monitoraggio dei valori limite di vibrazione e l’emissione di allarmi multistadio secondo ISO 10816-3.

Il sensore MPB10, con un robusto e compatto alloggiamento in acciaio inossidabile e protezione IP68, è dotato di due elementi di misurazione MEMS (Micro-Electro-Mechanical Systems) su tre assi, in grado di registrare vibrazioni fino a ± 8 g e urti fino a 200 g. Può monitorare temperature di contatto da -40 °C a +80 °C, rendendolo adatto anche per condizioni ambientali difficili.

Valuta la qualità di questo articolo

Redazione

Innovation Post è un portale di informazione e approfondimento dedicato alle politiche e alle tecnologie per l'innovazione nel settore manifatturiero. Il portale è nato alla fine di settembre 2016 e si è affermato come riferimento d’elezione per chi vuole informarsi su industria 4.0, automazione, meccatronica, Industrial IT, Cyber security industriale, ricerca e formazione, domotica e building automation. Innovation Post è una testata del Network Digital360 diretta da Franco Canna

email Seguimi su

Articoli correlati

Articolo 1 di 4