Generative AI

Schneider Electric integra l’AI di Microsoft per migliorare i propri processi e offrire soluzioni innovative

Si tratta di soluzioni che sfruttano algoritmi per generare testo, codice e altri tipi di contenuti. Questo ha permesso all’azienda di re-immaginare il proprio approccio a diversi processi operativi, snellendo attività che richiedono molto tempo, ottimizzando l’allocazione delle risorse e guadagnando in velocità ed efficienza.

Pubblicato il 14 Nov 2023

image003

Nel quadro di una collaborazione di lunga data con Microsoft, Schneider Electric sta sfruttando le capacità dell’intelligenza artificiale generativa (Generative AI) per dare nuovi strumenti ai suoi clienti e trasformare la propria operatività interna.

L’azienda sta infatti integrando Microsoft Azure OpenAI per sviluppare soluzioni che sfruttano algoritmi per generare testo, codice e altri tipi di contenuti. Questo ha permesso a Schneider Electric di re-immaginare il proprio approccio a diversi processi operativi, snellendo attività che richiedono molto tempo, ottimizzando l’allocazione delle risorse e guadagnando in velocità ed efficienza. Allo stesso tempo, il Gruppo continua ad applicare la GenAI per portare avanti l’innovazione nel suo portafoglio di offerte.

I principali ambiti di applicazione

Resource Advisor Copilot – utilizzando la tecnologia Large Language Model attraverso Microsoft Azure OpenAI, Schneider Electric ha realizzato in modo sicuro Copilot, un comodo “collega di lavoro” digitale integrato in Resource Advisor. Copilot consente ai clienti di migliorare l’analisi dei dati, la visualizzazione, il supporto decisionale e l’ottimizzazione delle prestazioni, oltre alla possibilità di elaborare con semplicità informazioni provenienti dal sistema Resource Advisor e conoscenze di settore.

Jo-Chat GPT – un assistente conversazionale interno basato su Microsoft Azure OpenAI Service che consente ai dipendenti di sfruttare le funzionalità di IA generativa in modo sicuro.

Finance Advisor – contribuendo a un risparmio annuo di 10 milioni di euro, questo assistente conversazionale fornisce un modo semplice ed efficace per trovare informazioni precise agli analisti finanziari che si occupano di contabilità e a chi opera in altre funzioni finance aziendali, a livello globale. Aiuta a prendere decisioni coerenti, conformi e tempestive.

Knowledge Bot – assistente conversazionale che aiuta gli addetti all’assistenza clienti a trovare informazioni precise per rispondere alle domande dei clienti e a proporre risposte appropriate basate su un’ampia documentazione interna.

Ricerca conversazionale – aiuta i clienti di Schneider Electric a cercare i prodotti di cui hanno bisogno in uno stile di conversazione naturale, utilizzando la capacità di ricerca semantica.

Schneider Electric sta inoltre lavorando per integrare Github Copilot per migliorare ulteriormente i processi e le operazioni di creazione delle offerte e un Sales Copilot per responsabilizzare ulteriormente i dipendenti in prima linea.

Un team centrale dedicato alla Generative AI

Schneider Electric ha lanciato la sua organizzazione interna AI Hub già nel 2021, prima che la tecnologia GenAI si diffondesse. Con l’emergere di questi nuovi strumenti, l’azienda ha creato un team centrale GenAI dedicato, per lavorare a stretto contatto con gli stakeholder interni ed esterni e individuare le prime opportunità di applicazione.

Parallelamente, Schneider Electric ha completato uno studio sulle opportunità dell’AI generativa per tutte le funzioni aziendali e ha selezionato più di 200 potenziali casi d’uso e opportunità.

L’adozione dell’IA generativa e l’integrazione con Microsoft Azure OpenAI sottolineano l’impegno di Schneider Electric a rimanere all’avanguardia dell’innovazione tecnologica nella gestione dell’energia e nell’automazione industriale. Le due aziende si concentrano sullo sfruttamento di tecnologie avanzate per incrementare l’efficienza, promuovere l’innovazione e ottenere una crescita sostenibile.

Il portafoglio di soluzioni Schneider Electric costruito su Microsoft Azure offre ai suoi clienti soluzioni IoT (Internet of Things) di nuova generazione basate su cloud, oltre a funzionalità avanzate di dati e AI. Insieme, le due aziende aiutano i clienti a colmare il divario tra la definizione di obiettivi di sostenibilità ambiziosi e il loro raggiungimento.

Valuta la qualità di questo articolo

G
Daniela Garbillo

Giornalista pubblicista con 30 anni di esperienza di redazione, coordinamento e direzione maturata presso case editrici, gruppi e associazioni in diversi settori, dalle tecnologie innovative alle energie rinnovabili, dall'occhialeria al beauty, all'architettura. All'attivo anche importanti esperienze in comunicazione, organizzazione di eventi e marketing.

email Seguimi su

Articoli correlati

Articolo 1 di 4