Accenture apre a Napoli il nuovo Cyber Fusion Center

Accenture, azienda che opera a livello globale nel settore dei servizi professionali con circa 16.000 dipendenti in Italia, ha inaugurato a Napoli il Cyber Fusion Center, un centro all’avanguardia per l’innovazione nel settore della cyber security.

Il centro nasce come evoluzione del già esistente Security Operation Center (SOC) in risposta alla sempre maggiore richiesta di innovazione da parte del mercato in tema di sicurezza informatica, e permette alle aziende di avere accesso alle soluzioni più avanzate a livello globale e, allo stesso tempo, di beneficiare di un punto di riferimento locale per la protezione del proprio business digitale.

Il Cyber Fusion Center di Napoli è il sesto centro di Accenture di questo tipo, insieme a quelli di Bangalore (India), Praga (Repubblica Ceca), Tel Aviv (Israele), Sydney (Australia) e Washington DC (USA).

L’azienda prevede di raddoppiare il numero di talenti attualmente presenti nella sede napoletana, raggiungendo un totale di circa 100 professionisti entro la fine del 2020.

Il Cyber Fusion Center di Accenture a Napoli

Il nuovo polo si configura come centro multidisciplinare in linea con la strategia globale di Accenture Security, in grado di fornire una gamma molto più ampia di competenze e tecnologie rispetto a un tradizionale Security Operation Center. È infatti attivo in ambito di Ricerca & Sviluppo su servizi di ultima generazione quali l’applicazione di Intelligenza Artificiale e Machine Learning per il rilevamento degli attacchi, metodologie e strumenti per analisi di malware avanzati, ricerca e utilizzo di informazioni di threat intelligence e sviluppo di sistemi di automazione nella risposta ai cyber attack.

La nuova struttura, situata presso il Centro Direzionale di Napoli in Via Giovanni Porzio, occupa una superficie di 600 mq ed è progettata come uno spazio di lavoro immersivo, dove i professionisti di Accenture lavorano a stretto contatto con i clienti attraverso una logica di co-creazione per sviluppare nuove strategie e soluzioni e coadiuvarli nell’applicazione di tecniche e strumenti d’avanguardia che garantiscano una protezione non solo reattiva, ma anche predittiva e proattiva contro la criminalità informatica.

Per favorire la collaborazione in tempo reale tra i diversi team di professionisti, il nuovo polo è stato aperto in prossimità dell’Accenture Advanced Technology Center, il centro di eccellenza presente a Napoli dal 2001 che eroga servizi tecnologici innovativi a supporto dei percorsi di trasformazione delle imprese pubbliche e private, ed è collegato alla rete mondiale degli Accenture Cyber Fusion Center, con cui opera in sinergia.

Nel centro un team di esperti opera all’interno di diversi spazi tecnologicamente avanzati, tra i quali si possono trovare:

  • Una Cyber Monitoring & Response Bay, attiva 24 ore su 24 nel monitorare gli attacchi in atto a livello globale e nell’identificare e neutralizzare in maniera proattiva le minacce informatiche;
  • Un Hacker Corner, dove dei professionisti specializzati testano i livelli di sicurezza dei clienti prevedendo le mosse degli hacker e simulando i possibili attacchi, anche attingendo informazioni dal dark web;
  • Una War Room, in cui si riuniscono gruppi di lavoro creati per la gestione tempestiva di incidenti critici, operando anche a stretto contatto con gli altri specialisti del centro e con il team di quasi 7.000 esperti di sicurezza nel mondo;
  • Una Customer Lounge, progettata per ospitare incontri con le aziende e mostrare loro l’efficacia delle soluzioni messe in atto in casi reali di attacco.

“Dopo l’apertura degli Advanced Technology Center di Napoli e Cagliari, con l’inaugurazione di questo centro dedicato alla cyber security Accenture conferma il suo impegno a investire anche nel Mezzogiorno”, dichiara Fabio Benasso, Presidente e Amministratore delegato di Accenture Italia. “Stiamo creando qui un vero e proprio hub dell’innovazione che opera in un ecosistema virtuoso con le istituzioni, le aziende e il mondo accademico e che è in grado di attrarre e valorizzare i talenti locali e di portare innovazione e crescita in tutto il Paese. Il Cyber Fusion Center di Napoli sarà certamente un importante punto di riferimento per aziende italiane ed internazionali”.

“Una recente ricerca Accenture ha rilevato che, a livello mondiale, nei prossimi cinque anni le aziende potrebbero sostenere 5.200 miliardi di dollari di costi aggiuntivi e perdite di fatturato a causa di attacchi informatici”, commenta Paolo Dal Cin, Accenture Security Lead per Europa e America Latina. “La cyber security è una tematica globale che riguarda tutti i settori industriali e la cui crescente complessità richiede competenze e soluzioni sempre più avanzate. I tradizionali Soc non sono più sufficienti a garantire la necessaria capacità di difesa. Il Cyber Fusion Center di Napoli fa parte della nuova generazione di centri Accenture pensati per aiutare i clienti a proteggere il proprio business e gli ecosistemi in cui operano, creando quel livello di fiducia digitale oggi fondamentale per la crescita di ogni organizzazione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.