L’offerta di Omron per la fabbrica autonoma, collaborativa e intelligente

Alla Hannover Messe Omron mette in mostra la sua idea di fabbrica autonoma, collaborativa e intelligente incentrata sulla collaborazione avanzata tra macchine e uomo, con diverse isole dimostrative dedicate a robotica collaborativa, 5G, digital twin e AI.

Pubblicato il 19 Apr 2023

omron DT

Robotica mobile, collaborazione uomo-macchina migliorata, 5G e digital twin: è incentrato sul ruolo delle tecnologie di automazione nel supportare le aziende nell’affrontare la mancanza di manodopera lo stand di Omron alla Hannover Messe.

Il cuore dello stand è rappresentato da una macchina di assemblaggio flessibile con apprendimento basato sull’intelligenza artificiale dove l’operatore, attraverso degli occhiali AR (Augmented Reality) è guidato nell’apprendimento delle task di assemblaggio grazie a un gemello digitale.

La dimostrazione illustra un approccio all’automazione armonizzato in cui i robot o i cobot possono imparare dagli esseri umani e insegnare loro a sviluppare le proprie capacità grazie alla tecnologia di base “Sensing & Control + Think” di Omron.

Il robot impara a eseguire il compito di assemblaggio seguendo i movimenti delle mani e imparando dagli errori commessi dall’operatore umano.

Grazie alle conoscenze acquisite, la macchina è in grado di sviluppare la strategia ottimale per assemblare il prodotto.

Viene quindi creato un gemello digitale del robot per addestrare altri operatori in un ambiente virtuale. Questa collaborazione avanzata tra uomo e macchina promuove il miglioramento continuo delle prestazioni.

Al Digital Twin è dedicata anche una seconda area dello stand, sviluppata grazie alla collaborazione dell’azienda con Dassault Systemes.

Dassault Systèmes ha sviluppato un gemello virtuale di una soluzione di produzione autonoma e flessibile di Omron per illustrare i vantaggi della simulazione virtuale in termini di pianificazione, ottimizzazione ed efficienza.

La tecnologia virtual twin di Dassault Systèmes facilita la flessibilità e l’efficienza fornendo funzionalità per la simulazione dei percorsi del robot e la progettazione di nuovi flussi di lavoro.

Un’altra area dello stand è invece dedicata alla produzione autonoma e flessibile e si articola in due parti. Una prima parte è dedicata ad un’isola di produzione con stazioni indipendenti dove un robot collaborativo mobile si occupa di trasportare materiali e dei cobot serie TM e  si occupano delle lavorazioni in alcune stazioni.

In una seconda parte vi è invece una stazione di pallettizzazione dove un robot collaborativo è montato su asse verticale con un LD che si occupa di asservire il pallet al robot.

Una demo sviluppata grazie alla partnership con Nokia, dove il robot beneficia della connettività continua che può essere fornita dalla tecnologia di rete wireless privata 5G di Nokia.

Un’applicazione che dimostra quanto sia facile insegnare ai robot collaborativi e mobili a svolgere attività ripetitive senza bisogno di programmazione.

In fabbrica, i robot possono essere collegati a un sistema di controllo che opera all’interno di una rete wireless privata e sicura, consentendo comunicazioni ad alta velocità e la gestione di dati complessi, per ottimizzare i dati in tempo reale.

In questo modo si ottengono le funzionalità IoT per soddisfare le esigenze delle attuali e future implementazioni AMR nell’automazione di fabbrica.

Infine, un’ultima parte dello stand è dedicata ad una giostra di filling in cui un processore PLC serie NX Omron lavora con algoritmi di AI – significativamente migliorati rispetto al passato – cercando di auto ottimizzare la qualità.

“Non è un segreto che la carenza di manodopera sia una delle principali preoccupazioni in tutti i settori produttivi. Le aziende devono quindi massimizzare le capacità umane attraverso tecnologie di automazione orientate alle persone. Il passaggio a un approccio armonizzato all’automazione che bilanci produttività, sostenibilità e benessere dei lavoratori è una parte della soluzione, e la demo di assemblaggio flessibile è un ottimo esempio di questo approccio in azione”, commenta Fernando Colás, Ceo della divisione europea della business unit di Omron dedicata all’Industrial Automation.

Valuta la qualità di questo articolo

C
Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

email Seguimi su

Articoli correlati

Articolo 1 di 4