L’associazione MindSphere World Italia si presenta al mercato

A soli due mesi dalla fondazione, avvenuta lo scorso 16 luglio, l’associazione MindSphere World Italia è pienamente operativa e si è presentata alla stampa a pochi giorni all’esordio “sul campo” che avverrà il 9 ottobre in fiera alla Bi-Mu.

MindSphere World Italia promuove l’adozione di MindSphere, il sistema operativo aperto e basato su cloud di Siemens per l’Internet of Things, in Italia, ma avrà in carico anche l’espansione del mercato in Francia, Spagna e Portogallo.

Al sodalizio aderiscono oggi 18 aziende: oltre naturalmente a Siemens SpA, i soci fondatori di MindSphere World Italia sono realtà italiane eterogenee di diverse dimensioni che provengono in particolare dal mondo manifatturiero, IT e system integrator, universitario: Buffoli Transfer SpA, Camozzi Digital Srl, Crippa SpA, Engineering Ingegneria Informatica SpA, Famar Srl, Fondazione Politecnico di Milano, Itcore SpA, Jobs SpA, Mario Frigerio SpA, Miraitek Srl, Nordmeccanica SpA, Pama SpA, Rittal SpA, Rettificatrici Ghiringhelli SpA, Salmoiraghi SpA, Sampsistemi Srl e Zani Spa.

La parola ai protagonisti

A presiedere l’associazione è Giuliano Busetto, Country Division Lead delle Divisioni Digital Factory e Process Industries and Drives di Siemens Italia e Amministratore di Siemens Industrial Software Srl. “La creazione di un’organizzazione locale di utenti MindSphere in Italia e nei paesi assegnati Francia, Spagna e Portogallo rappresenta non solo un altro importante passo avanti nella promozione dell’ecosistema che circonda la piattaforma aperta per l’IoT ma anche un’ulteriore dimostrazione dell’importanza strategica del mercato Italiano per Siemens nel settore industriale, dal manifatturiero ai processi continui, e del ruolo di Siemens, e delle sue divisioni industriali, in Italia a livello mondiale”, ha commentato Busetto. “Assume inoltre grande valore la presenza, tra i soci fondatori dell’associazione, di partner dal mondo dei costruttori di macchina, interessati alla competitività e all’innovazione tecnologica sui principali mercati serviti, così come la presenza di università, partner industriali e anche start up innovative. MindSphere si pone l’obiettivo di essere lo standard IoT per applicazioni su cloud non solo nel mondo industriale ma anche nelle infrastrutture”.

A svolgere le funzioni di Segretario Generale è invece Andrea Gozzi, Business Development Manager per l’Industrial Software della Divisione Digital Factory di Siemens Italia, che abbiamo intervistato a margine della presentazione.

 

Presenti alla presentazione anche Roberto Crotti (COO di Jobs SpA), che è vice-presidente e segretario del Consiglio Direttivo dell’associazione, Lucia Frigerio (MFL Group), vice-presidente e tesoriere del Consiglio Direttivo, e Enrico Conte (Product Manager Metallurgy di Sampsistemi Srl), Membro del Consiglio Direttivo e Responsabile del gruppo di lavoro Technology.

“Poiché lo sviluppo di standard gioca un ruolo decisivo quando si tratta di stabilire un ecosistema mondiale, noi membri di MindSphere World Italia lavoreremo insieme per elaborare procedure e suggerire delle soluzioni per consentire l’interoperabilità tra le diverse attività basate su MindSphere”, ha detto Crotti. “L’associazione permetterà di coordinarci su temi di tecnologia, marketing e nuovi modelli di business per guidare l’ecosistema a vantaggio di tutti e massimizzando il valore per gli utilizzatori”.

“La struttura aperta di MindSphere offre a noi utenti una vasta gamma di vantaggi, in particolare grazie al collegamento di macchine e impianti, indipendentemente dal produttore, e grazie anche alla possibilità di sviluppare applicazioni”, ha commentato Conte. “Nell’ambito dell’associazione, possiamo ora parlare anche con altri utenti di come le tecnologie disruptive stiano cambiando il volto dell’economia e del conseguente potenziale di business che potrebbe essere utilizzato per soluzioni basate sull’IoT”.

Gli obiettivi dell’associazione

L’obiettivo dell’associazione è quello di ampliare l’ecosistema di partner – impegnati nello sviluppo di soluzioni IoT – che potranno così utilizzare le API (Application Programming Interface) rese disponibili dal sistema operativo aperto di Siemens e ricevere supporto in fase di aggiornamento e miglioramento dei propri applicativi. Con questo approccio, sarà possibile definire degli standard che consentiranno la massima interoperabilità tra le varie attività basate su MindSphere in ambiti d’applicazione che spaziano dall’industria alle infrastrutture.

All’interno dell’associazione saranno attivi dei gruppi di lavoro dedicati alla tecnologia, al marketing e ai processi di business. Oltre a porsi l’obiettivo di espandere la portata globale dell’ecosistema di MindSphere in Italia, Francia, Spagna e Portogallo, l’associazione lavorerà alla definizione di suggerimenti sui requisiti e di raccomandazioni sulla creazione di regole uniformi per l’utilizzo dei dati. Un altro ruolo dell’organizzazione sarà quello di promuovere la ricerca e sviluppo oltre che il training.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ membro del Consiglio Direttivo di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.