Cyber security e Industria 4.0: rischi e prevenzione

La sicurezza informatica e le ripercussioni sul mondo imprenditoriale: questo il tema di “Cyber security. L’evoluzione della sicurezza nell’ecosistema 4.0” che si è svolto oggi al Politecnico di Torino. Si tratta della quinta tappa del roadshow organizzato da Nòva 24 – Il Sole 24 Ore, in collaborazione con l’Unione Industriale di Torino, il Digital Innovation Hub Piemonte, Skillab, il Politecnico di Torino e il Cini –Consorzio interuniversitario nazionale per l’informatica.

I progetti in campo cyber security

I lavori sono stati coordinati da Luca De Biase, caporedattore del Sole 24 Ore, e introdotti da Paolo Prinetto, Politecnico di Torino e direttore Laboratorio nazionale cybersecurity del Cini, e da Massimiliano Cipolletta, vicepresidente con delega all’innovazione di Unione Industriale di Torino e Presidente di Digital Innovation Hub Piemonte. In particolare Paolo Prinetto ha sottolineato che “il Politecnico di Torino è fortemente impegnato sul tema della cybersecurity. Con il Laboratorio nazionale di cybersecurity del Cini, stiamo sviluppando soluzioni architetturali al problema della sicurezza su piattaforme open source, basate su particolari dispositivi hardware che saranno impiegate per la protezione sia di infrastrutture critiche (in particolare acquedotti) sia di servizi disponibili all’interno di applicazioni smart city”.

Prinetto ha aggiunto che “nel Libro Bianco Il futuro della cybersecurity in Italia: ambiti progettuali strategici, abbiamo raccomandato lo sviluppo di architetture nazionali in grado di garantire livelli di sicurezza predefiniti, anche in sistemi che contengono dispositivi hardware ed eseguono applicativi software con vulnerabilità di diversa natura, note o non ancora rivelate”.

Focus sulle Pmi

Cipolletta invece ha evidenziato come sia “essenziale alzare il livello di comprensione del problema da parte delle Pmi, che troppo spesso sottovalutano la gravità dei rischi. Le testimonianze offerte dalle nostre aziende aizoOn e Whiteready che parteciperanno a questo importante roadshow hanno il compito di illustrare il lavoro sul campo: dall’individuazione della vulnerabilità dei sistemi di protezione fino al mapping delle attività a rischio e la definizione dei processi per ridurli. L’impegno per la sicurezza dei nostri dati non è un costo ma un investimento sul futuro”.

Simulatori di cyber attacchi per valutare le difese

Nel corso dei lavori Alessandro Armando, in forze all’Università di Genova e al Laboratorio nazionale cybersecurity del Cini, ha offerto un quadro delle modalità di utilizzo per la formazione e l’addestramento del personale dei Cyber Range. Si tratta di complesse infrastrutture di calcolo in grado di simulare cyber attacchi per valutare l’efficacia degli strumenti e delle metodologie di difesa.


Marco Mezzalama del Politecnico di Torino, ed Edoardo Calia, vicedirettore dell’Istituto superiore Mario Boella, sono intervenuti sul tema delle sfide e delle opportunità poste dall’IoT nell’impresa 4.0. Durante il convegno sono state presentate anche due case history, il primo sul tema della sicurezza per le imprese del comparto utility a cura di Tiziano Salmi, Chief information officer Iren Energia, la seconda focalizzata invece sulla Gdo: ad essere approfondito, il caso Leroy Merlin con il contributo di Matteo Herin, Responsabile sicurezza operativa Leroy Merlin, e di Danilo Massa, CTO aizoOn.

Il caso di Tim

Andrea Costa, Responsabile pre sales & delivery top clients di Tim, ha parlato dell’esperienza con le aziende: “In risposta alle esigenze delle Pmi, un segmento particolarmente esposto ai cyber attacchi, Tim in collaborazione con Cisco offre  un servizio integrato nella propria rete, in grado di prevenire le più diffuse minacce informatiche come phishing e ransomware”.

Hanno chiuso la giornata due approfondimenti, uno dedicato al ruolo dell’utente quando si parla di sicurezza nel mondo digitale, a cura di Simone Rapizzi, Security consultant Whiteready, l’altro focalizzato sulla convergenza di It e Ot, su cui è intervenuto Franco Deregibus, direttore Digital innovation hub Piemonte. La prossima tappa del roadshow Cyber Security sarà a Milano il 22 ottobre.

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

Nicoletta Pisanu ha 115 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Nicoletta Pisanu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest