Seconda riunione al Ministero dello Sviluppo Economico per i due gruppi di esperti chiamati a elaborare una strategia nazionale su Intelligenza Artificiale e tecnologie DLT (basate su registri distribuiti tra cui la Blockchain). Un lavoro che sarà poi condiviso con la Commissione Europea.

Nel corso degli incontri – spiega in una nota il Ministero – è stata effettuata una prima analisi tecnica delle potenzialità, delle applicazioni, delle ricadute e delle criticità connesse alle tecnologie AI e Blockchain. È emersa, inoltre, l’esigenza di operare in modo coordinato, valorizzando l’azione interdisciplinare e interministeriale.

Per il prosieguo dei lavori sono stati istituiti cinque sottogruppi di lavoro su ciascuna delle due tematiche.


Per l’AI:

• SG1 – Ricerca, trasferimento tecnologico e investimenti


• SG2 – Educazione, competenza e apprendimento permanente

• SG3 – Utilizzo e valorizzazione dei dati

• SG4 – Cornice normativa e impatti etici

• SG5 – Potenziamento dei servizi della pubblica amministrazione

Per il registri distribuiti e la Blockchain:

• SG1 – Casi d’uso: infrastrutture, mappatura e condizioni di replicabilità

• SG2 – Quadro normativo: sandboxes e vulnerabilità

• SG3 – Monete digitali, sistema di pagamenti e fintech

• SG4 – Educazione, competenze e consapevolezza

• SG5 – Potenziamento dei servizi della pubblica amministrazione.

Ciascun sottogruppo dovrà rispondere ad alcuni spunti preliminari, individuati per stimolare la discussione e ispirati, nel caso dell’Intelligenza Artificiale, dal Piano Coordinato della Commissione Europea sull’IA.

“L’approccio deve essere pragmatico”, ha dichiarato il Sottosegretario Andrea Cioffi. “Occorre mettere nero su bianco e produrre fin da subito elaborati da condividere con gli altri componenti del tavolo. Questo lavoro mira ad essere il punto di congiunzione tra strategia e visione, tra analisi tecnica e indirizzo politico. Tutto questo, tenendo bene a mente le ricadute che l’innovazione tecnologica avrà sui cittadini in futuro. Questo è il punto di forza, l’elemento distintivo e il contributo all’Unione Europea del nostro progetto”.

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Franco Canna ha 923 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Franco Canna

Un pensiero riguardo “AI e Blockchain, prosegue il lavoro dei gruppi di esperti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest