SPS Italia 2019, tutto quello che c’è da sapere per godersi al meglio la fiera

Nove edizioni che vedono un trend sempre in crescita, quest’anno del 5%, che ha portato a superare gli 850 espositori, distribuiti su 6 padiglioni che vengono visitati da una media di 35 mila persone. Sono  questi i numeri di SPS Italia, la fiera organizzata a Parma da Messe Frankfurt Italia dal 28 al 30 maggio dedicata all’industria intelligente, digitale e flessibile, che è il punto di riferimento per il comparto manifatturiero italiano.

Appuntamento che, come ogni anno, diventa una vetrina per nuove tecnologie, dai plc ai sensori, dal digitale per l’industria al software, oltre a una parte molto importante dedicata alla meccatronica e alla robotica.

La novità del District 4.0

Quest’anno SPS Italia presenta, accanto ai tre grandi padiglioni dedicati alla fiera più “tradizionale” (3, 5 e 6), una grande novità: il District 4.0, un vero distretto, con tre padiglioni (padiglioni 4, 4.1 e 7), completi di demo funzionanti dedicato a quattro grandi focus.


Digital&SoftwareLa trasformazione digitale è tema centrale per le imprese che mirano ad una maggiore competitività e crescita, per questo motivo in fiera il visitatore avrà modo di confrontarsi con i principali player del mondo digitale, con fornitori di software industriale e “toccare con mano” le tecnologie più avanzate

Automazione AvanzataL’automazione cresce di anno in anno e diventa sempre più ricca di tecnologie avanzate: potenzia la sua offerta di soluzioni con sistemi per l’Intelligenza Distribuita, l’integrazione con robotica, l’interconnessione e la standardizzazione. Senza dimenticare il legame con BigData, Analytics, IOT ma anche Sistemi di Visione e Misura.

 

Robotica e Meccatronica I più significativi player dei comparti della robotica e della meccatronica saranno presenti in fiera. Il visitatore troverà demo funzionanti e soluzioni meccatroniche articolate che integrano diverse componenti IT e OT

Competence Academy L’investimento in tecnologia si accompagna ad un investimento in formazione e competenze. SPS Italia dedica quest’anno una Competence Academy trasversale alle tre aree del District 4.0. Nell’Academy troveranno posto Università, Centri di Ricerca, Istituzioni, Digital Innovation Hub e Competence Center.

 

Il cartellone dei convegni

Un convegno di apertura da non perdere!

Come da tradizione SPS Italia è il punto di riferimento anche per la cultura industriale e a dirlo sono i tantissimi convegni previsti nel corso dell’evento. Esempio centrale di questa attività sono gli incontri istituzionali che si svolgono nel corso della fiera.

Ad aprire simbolicamente SPS Itala sarà, infatti, il convegno Il futuro dell’industria? Qui e ora. Tecnologie e competenze per la manifattura italiana, che si svolgerà dalle 09:45 alle 13:00 – Sala Cioccolato – Pad. 7 che sarà l’occasione per la presentazione dei dati del settore dell’automazione settore da parte di Fabrizio Scovenna, Presidente ANIE Automazione. A seguire si parlerà di Innovazione e Etica – L’impatto sociale delle nuove tecnologie, con Marco Bentivogli, Segretario Generale della FIM-CISL, Paolo Benanti, Docente di Teologia Morale ed Etica delle Tecnologie Pontificia Università Gregoriana, membro Gruppo di esperti Intelligenza Artificiale Ministero dello Sviluppo Economico, Domenico Appendino, Presidente SIRI – Associazione Italiana di Robotica e Automazione, e Cesare Azzali, Direttore Generale Unione Parmense degli Industriali.

Si parlerà poi del futuro della comunicazione industriale. Interverrà Stefan Hoppe, President and Executive Director della OPC Foundation, che parlerà della “fine dell’era dei protocolli”. Successivamente saliranno sul palco Federico Tramarin, Ricercatore Università di Padova, e Alessandro Magnino, Head of Marketing Corporate and Public Sector Vodafone Business, per parlare di TSN e 5G.

Chiuderà la mattinata la tavola rotonda su Formazione, Competenze e Sviluppo tecnologico I Competence Center al servizio dell’Industria dei territori italiani che vedrà confrontarsi i rappresentanti di tutti gli 8 centri di competenza italiani.

I convegni scientifici

Il 28 pomeriggio, sempre nella Sala Cioccolato del padiglione 7, ci sarà il primo convegno organizzato dal comitato scientifico della fiera dedicato al tema La sfida dell’integrazione per Automazione, Meccatronica e trasmissione del moto.

Il 29 pomeriggio ci sarà il secondo appuntamento dedicato a Le Tecnologie del Digitale per la Fabbrica 4.0.

Il 29 maggio, invece, l’appuntamento è con il Consiglio Nazionale Ingegneri che ha organizzato il dibattito su Trasformazione Digitale nel Food & Packaging. Nuove strategie per lo sviluppo delle eccellenze italiane dalle 10:00 alle 13:00 – Sala Cioccolato – Pad. 7.  Il seminario vedrà la partecipazione di rilevanti esponenti del mondo istituzionale, imprenditoriale ed economico per analizzare il reale livello di implementazione dei nuovi modelli di sviluppo industriale ed evidenziare i benefici che la Trasformazione Digitale porterà al mondo manifatturiero, con particolare riguardo ai settori, strategici per lo sviluppo del Paese, del Food & Packaging.

I seminari tecnici

Grande spazio, come consuetudine, nel corso di SPS Italia anche a i seminari tecnici che affronteranno moltissime delle tematiche legate all’automazione industriale e a tutti i temi connessi. Il 28 pomeriggio ANIPLA parlerà dell’impatto delle nuove tecnologie di automazione industriale sul futuro del lavoro, ma i temi dei vari workshop sono tanti, dalla Wireless Revolution alla Cybersecurity, dal ruolo dei software di progettazione alla Sicurezza ICT, dal concorso Welcome to Automation alla presentazione del nuovo laboratorio meccatronico dell’Università di Parma.

Il cartellone completo dei convegni in fiera è disponibile qui.

Anche gli insegnanti… a lezione

Tra i temi centrali di SPS Italia, quest’anno, domina quello della formazione con un focus a 360 gradi che parte dall’attenzione ai più giovani, ovviamente,  sopratutto, gli insegnanti, che hanno un ruolo cardine nella creazione di una cultura 4.0. A loro è dedicato un progetto, realizzato in collaborazione con AIdAM, Didacta e ANIE Automazione, e patrocinato dal Miur.  L’obiettivo è quello di coniugare le finalità educative del sistema dell’istruzione e formazione professionale in raccordo con le esigenze del mondo produttivo del settore, nella prospettiva di una maggiore integrazione tra scuola e lavoro, con sessioni di formazione in fiera riservate al personale docente di istituti tecnici.

Molteplici, comunque, saranno le iniziative per una formazione attiva durante i tre giorni di SPS Italia, a partire dal progetto in collaborazione con Fondazione Cariplo che vedrà il coinvolgimento di 76 Istituti Tecnici del “Progetto SI”. Un’iniziativa per sostenere il miglioramento della qualità dell’istruzione tecnica nel territorio lombardo e nelle provincie di Novara e Verbano-Cusio-Ossola, attraverso l’aggiornamento delle dotazioni laboratoriali scolastiche.

Per entrare alla fiera (gratuitamente) ci si può registrare in loco, ma suggeriamo di fare la registrazione online qui.

Lo speciale di Innovation Post

Per restare aggiornati sulle novità presentate in fiera non perdetevi il nostro Speciale dedicato

 

Fabrizio Cerignale

Giornalista professionista, con in tasca un vecchio diploma da perito elettronico. Free lance e mobile journalist per vocazione, collabora da oltre trent’anni con agenzie di stampa e quotidiani, televisioni e siti web, realizzando, articoli, video, reportage fotografici. Giornalista generalista ma con una grande passione per la tecnologia a 360 gradi, da quella quotidiana, che aiuta a vivere meglio, alla robotica all’automazione.

Fabrizio Cerignale ha 285 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Fabrizio Cerignale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest