BMW compra 3500 robot Fanuc per realizzare le sue nuove linee di produzione

Il gruppo automobilistico BMW e Fanuc, produttore globale di robot industriali e soluzioni per l’automazione di fabbrica, hanno firmato un accordo quadro per la fornitura di 3.500 robot per le nuove linee di produzione e impianti. I robot saranno impegnati a realizzare la generazione attuale e futura di veicoli BMW. Le prime installazioni dei robot sono già avvenute a fine 2019; gli altri saranno gradualmente installati in diversi siti produttivi di BMW Group in Germania e in tutto il mondo.

I robot verranno utilizzati principalmente nella costruzione di carrozzerie e per la produzione di portiere e cofani.

“Stiamo investendo nello sviluppo sostenibile dei nostri prodotti e stiamo ulteriormente espandendo la nostra rete di assistenza per supportare i Clienti in tutto il mondo”, sottolinea Marco Ghirardello, Managing Director di Fanuc Italia. “In futuro continueremo ad investire nello sviluppo di nuove tecnologie, tra cui i robot intelligenti, che renderanno la produzione di veicoli ancora più moderna ed efficiente”.

Soluzioni robotizzate di Fanuc per l’automotive

Fanuc ad oggi ha installato in tutto il mondo più di 600 mila robot spaziando tra oltre 110 modelli tra antropomorfi, collaborativi, sollevatori e robot Scara e delta per il pick & place.

Sono inoltre numerose le soluzione che l’azienda ha sviluppato per venire incontro alle esigenze di un settore altamente competitivo come quello dell’automotive. Tra queste, il primo robot collaborativo con capacità di carico al polso di 35 kg CR-35iA, progettato per soddisfare le esigenze dell’industria automobilistica ed essere integrato in linee di assemblaggio che richiedono la movimentazione di pezzi pesanti quali pneumatici o parti della carrozzeria.

Il robusto sollevatore 6 assi M-2000iA/2300 si distingue per la capacità di manipolare fino a 2300 kg, dimostrandosi idoneo a spostare un’automobile completa e a caricare pezzi fusi particolarmente ingombranti come quelli tipici del ferroviario.

I robot di saldatura ARC Mate invece automatizzano facilmente la saldatura ad arco e a punti dei componenti per la produzione di auto; i processi di saldatura Mig/Mag, Mig a impulsi, Tig e al plasma sono ottimizzati grazie a questi robot caratterizzati da minimo ingombro a terra, motori estremamente veloci ed accelerazione eccellente. Il nuovo design con polso e braccio cavi consente l’instradamento di cavi senza alcun problema di interferenza esterna, riducendo ulteriormente il footprint del robot a vantaggio degli spazi di lavoro.

Anche i robot per la verniciatura offrono facile accesso, perimetri di lavoro ottimali e produttività ottimizzata. Questi 6 assi in alluminio sono idonei per l’utilizzo in ambienti gravosi e disponibili in svariate estensioni e funzionalità di movimentazione, verniciatura ed erogazione.

Grazie alla tecnologia robotica e alla decennale esperienza in applicazioni nel settore automobilistico, l’automazione di inizio e fine linea si presenta come uno scenario facilmente configurabile attraverso i bracci robotizzati di Fanuc. Le consuete precisione, ripetibilità e velocità vengono oggi affiancate da sistemi di visione evoluti e funzionalità di intelligenza artificiale che amplificano ulteriormente l’efficienza e la produttività dei robot Fanuc.

Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.