Il mercato dei robot mobili crescerà del 24% nel 2020 nonostante la pandemia

Secondo un’indagine di Interact Analysis la pandemia trainerà la crescita dei robot mobili nel lungo periodo. I “mobot” continueranno ad affermarsi in ambito manifatturiero e conquisteranno anche il settore della logistica. Le vendite di robot mobili autonomi (AMR) supereranno i ricavi dei più tradizionali AGV.

Il rapporto sul mercato dei robot mobili prevede che i ricavi cresceranno di quasi il 25% nel 2020, nonostante il caos che si sta verificando in tutto il mondo a causa della pandemia COVID-19. I ricavi delle vendite dovrebbero raggiungere i 2,4 miliardi di dollari quest’anno e aumenteranno di un ulteriore 50% nel 2021, poiché l’impatto della pandemia comporterà una maggiore domanda di automazione mobile.

Più in dettaglio le vendite di AGV, i veicoli autonomi che possono navigare solo grazie all’ausilio di infrastrutture fisiche (marcatori, guide ottiche o magnetiche, prevalentemente), cresceranno meno rispetto a quelle dei più avanzati robot autonomi mobili (AMR), che possono navigare in autonomia, senza bisogno di marcatori esterni o di infrastrutture. Interact Analysis prevede infatti per quest’anno una crescita del fatturato dell’11% per gli AGV e del 45% per gli AMR, con una crescita media del 24% in tutto il settore. Per completezza, va detto che la crescita del settore per il 2020 prevista prima della pandemia era del 60%. Tuttavia, spiegano gli analisti, il COVID-19 sarà una svolta per il settore nei prossimi anni, contribuendo a una crescita “vertiginosa” fino al 2024.

Secondo gli analisti, l’impennata dell’e-commerce e la riorganizzazione delle principali attività manifatturiere, con il riposizionamento delle economie di fronte alla pandemia e il progressivo distacco dell’Occidente dalla Cina, saranno i principali motori della crescita dei robot mobili. Altri fattori abilitanti saranno il distanziamento sociale, la necessità di ridurre la dipendenza delle produzioni dal lavoro umano, la necessità di velocità ed efficienza.

Il settore manifatturiero sarà il principale driver di crescita fino al 2021, ma poi si affermeranno le applicazioni nella logistica. I magazzini utilizzati per supportare gli ordini online e il rifornimento dei negozi stanno iniziando a utilizzare grandi quantità di robot, e le aziende di general merchandise stanno già facendo enormi investimenti in AMR.

Interact Analysis prevede che il settore della logistica investirà in robot mobili circa 9 miliardi di dollari nel 2024, rispetto a circa 1 miliardo di dollari nel 2020. Gli investimenti di robot mobili nel settore manifatturiero raggiungeranno invece un picco di circa 5 miliardi di dollari nel 2024.

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.