Smart manufacturing, una flotta di robot mobili per i nuovi impianti di Vola

Vola, azienda danese che produce rubinetti e accessori di design per il bagno, ha deciso di ampliare le proprie infrastrutture produttive di Horsens con un nuovo impianto nel quale sarà in funzione una flotta di nove robot mobili Omron. I robot mobili affiancheranno il personale dell’azienda e saranno controllati da un avanzato sistema di gestione della flotta. Il progetto, tra i più ambiziosi che coinvolgono i robot mobili industriali nel Nord Europa, mira a rispondere alle esigenze produttive dell’azienda, che ha visto incrementare la domanda di varianti dei propri prodotti. 

Una produzione e una logistica più flessibili

I robot LD Omron hanno sostituito i trasportatori a rulli, determinando una produzione e una logistica più flessibili in grado di adattarsi al processo di produzione monopezzo dell’azienda, in cui tutto viene prodotto su ordinazione. Ai robot è stato affidato il trasporto di componenti e articoli finiti tra il magazzino e il reparto di assemblaggio. La flotta è controllata da Omron Enterprise Manager, un sistema di gestione che, allo stesso modo di una torre di controllo in aeroporto, garantisce un flusso regolare del traffico e indica a ogni singolo robot dove e quando spostarsi, anche quando è il momento di prendersi una pausa per ricaricare le batterie.

“Sono pochi i produttori di robot in grado di gestire flotte avanzate composte da numerosi robot. La soluzione di Omron è di gran lunga la migliore che abbiamo visto sul mercato ed è per questo che abbiamo scelto i robot mobili LD”, ha dichiarato Peder Nygaard, responsabile dello stabilimento di Vola.

Perfetta collaborazione tra operatori e robot

Il nuovo impianto, che espande di 5.500 metri quadrati il sito esistente di Horsens (in Danimarca), comprende un nuovo magazzino a scaffalature in altezza, una sala di assemblaggio e strutture per la consegna dei prodotti, è stato progettato in modo da rendere ideale la collaborazione tra operatori e robot. Ad esempio, le posizioni di piani di montaggio e pedane sono progettate per garantire sicurezza, praticità e libertà di movimento sia degli operatori sia dei robot.

Anche il flusso di lavoro è stato progettato per garantire il perfetto allineamento delle attività di operatori e robot: l’elenco delle attività viene visualizzato sullo schermo del dipendente una volta eseguita la scansione dell’articolo che il robot sta trasportando. I nove robot mobili di Vola sono stati integrati da altri otto robot nella fase successiva del progetto.

“Stiamo implementando qualcosa che non ha precedenti. Per questo, siamo consapevoli del fatto che ci sarà un periodo di assestamento in cui dovremo fare in modo che i nostri dipendenti si abituino a collaborare con i robot”, ha osservato Peder Nygaard. 

Secondo Thomas Jansen, Area Sales Manager di Omron, il progetto ha portato diversi insegnamenti. “La soluzione di implementazione di robot mobili potrebbe essere considerata semplicemente una questione di plug-and-play. In realtà, dobbiamo assicurarci che nella fase di pianificazione vengano presi in considerazione aspetti importanti quali il layout di produzione, la logistica e l’organizzazione”.

La serie LD di robot mobili Omron

La serie di robot mobili autonomi Omron LD può essere utilizzata per varie applicazioni industriali ed è disponibile in quattro modelli diversi. I robot si muovono a velocità variabili di circa 3-6 chilometri all’ora e possono sollevare tra 60 e 1.500 kg. Ogni robot è dotato di connettività wireless e di sensori per facilitare la navigazione in un ambiente dinamico. I robot sono controllati da Omron Enterprise Manager, un esclusivo sistema di gestione della flotta in grado di comandare fino a 100 robot.

Omron è oggi uno dei maggiori produttori di componenti di controllo, particolarmente attivo nello sviluppo e applicazione di nuove tecnologie e sistemi. L’azienda ha recentemente annunciato il lancio di un innovativo Controllore Robotico Integrato, il nuovo NJ501-R, basato sulla serie di machine controller Omron, Sysmac NJ.

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.