Una fabbrica sempre più digitale e integrata: la manifattura del futuro secondo DMG Mori

Aumento dell’efficienza e della produttività. Pianificazione e controllo di tutto ciò che avviene in azienda. Migliorare, e rendere ‘trasparenti’, le attività di produzione. Visualizzare lo stato di tutte le macchine collegate in rete. Ridurre gli errori e i tempi di fermo macchina. In poche parole: digitalizzazione integrata della produzione.

La via che porta alla nuova digital factory è fatta di scelte e soluzioni innovative, e quelle che propone un operatore mondiale di tecnologie per l’Industria 4.0 come DMG Mori sono il linea con la visione olistica e integrata dell’azienda per realizzare la digital factory e una produzione orientata al futuro.

La connettività di tutti gli strumenti in gioco è una delle caratteristiche fondamentali sulla strada verso la fabbrica digitale, e le soluzioni ad hoc targate DMG Mori spaziano dalla pianificazione e preparazione dei processi automatizzati alla produzione, dal monitoraggio di macchine e impianti all’assistenza immediata e a distanza. Soluzioni innovative che i manager dell’azienda hanno illustrato nel corso di un evento, il DMG Mori digital event, seguito in streaming da clienti e operatori del manifatturiero di tutto il mondo.

“DMG Mori ha una visione assolutamente olistica di questo sviluppo, e per questo è un partner end-to-end per la digitalizzazione e l’automazione delle aziende e della manifattura, attraverso il continuo sviluppo della gamma di strumenti e applicazioni a tutti i livelli della catena del valore”, rimarca Christian Thones, presidente di DMG Mori.

La multinazionale sviluppa soluzioni di automazione personalizzate: la gamma di prodotti comprende, ad esempio, 52 sistemi di movimentazione di pezzi e pallet per oltre 150 diversi modelli di macchine in 45 linee di prodotti. “Visione olistica e integrata per lo sviluppo dell’Industria 4.0 significa anche offrire tutto ciò che serve da parte di un unico fornitore”, rileva Thones, “in questo modo, il fornitore di soluzioni è l’interlocutore per la pianificazione del progetto di automazione digitale, la messa in servizio, l’assistenza e la garanzia, nonché la disponibilità dei pezzi di ricambio. Anche il coordinamento di hardware e software e il collaudo interno fanno parte dell’offerta di servizi per facilitare il più possibile alle aziende manifatturiere il passaggio e la trasformazione da realtà tradizionali ormai datate e obsolete a nuove smart factory digitali”.

Quindi, soluzioni hardware, software e know-how applicati alla digitalizzazione delle imprese. “Tutte le nuove macchine DMG Mori sono dotate di serie di un’interfaccia IIoT libera, che supporta tutti i protocolli comuni come Mqtt, MTconnect e il nuovo standard industriale basato su OPC UA”, spiega nel corso dell’evento online Tommy Kuhn, amministratore delegato DMG Mori software solutions. E aggiunge altri particolari operativi e tecnici: “con 25 app dedicate all’automazione produttiva, il sistema di controllo e di gestione Celos punta anche alla massima connettività dei sistemi di fabbrica, come dimostra ad esempio la funzionalità di importazione dei lavori in esecuzione, che consente di trasferire gli ordini direttamente dai sistemi Mes o Erp aziendali al Job manager di Celos”.

Kuhn continua la sua esposizione online delle soluzioni DMG Mori per la smart factory sottolineando che il suo ‘pacchetto’ Digital Manufacturing si basa sulla “connettività continua delle macchine, attraverso l’IoTconnector e l’ultima versione di Celos come sistema di controllo e di funzionamento basato su app. Il sistema Messenger visualizza lo stato di tutte le macchine collegate in rete, e permette un utilizzo della macchina superiore in media di 30 minuti alla settimana, rispetto a un’applicazione meno evoluta. Allo stesso tempo, il NetService può ridurre di molto i tempi di fermo macchina, perché la comunicazione diretta a distanza con il DMG Mori Service risolve fino al 30% dei casi imprevisti e di assistenza senza l’intervento di un tecnico sul posto”.

Pianificazione e controllo di ciò che avviene in azienda

Un ‘pacchetto’ per la smart factory che “richiede un investimento minimo, e che produce benefici e vantaggi operativi e produttivi per cui l’ammortamento dell’investimento si raggiunge in meno di sei mesi”, stimano i manager DMG Mori. Ma le soluzioni e applicazioni per l’Industria 4.0 non finiscono qui. Un’altra esigenza importante per le imprese è quella di realizzare una pianificazione e controllo efficaci delle attività, mantenendo il piano operativo e di produzione sempre aggiornato.

“Il sistema DMG Mori Planning and control supporta i clienti nel mantenere aggiornata la loro pianificazione”, sottolinea Irene Bader, direttore marketing globale dell’azienda: “la nuova Planning board basata su cloud sostituisce le tradizionali liste Excel e le schede di pianificazione analogiche, soprattutto nelle piccole e medie imprese. In combinazione con Production feedback, i dati della produzione vengono elaborati in tempo reale, mentre il sistema visualizza chiaramente la pianificazione in corso. Così, questa applicazione offre trasparenza a tutti i livelli aziendali e produttivi”.

Costruirsi le proprie app per la manifattura smart

La gamma di soluzioni continua poi con Tulip, una “piattaforma no-code che fornisce strumenti digitali creativi e semplici che permettono ai clienti di digitalizzare da soli i loro processi di produzione e di sviluppare il loro personale script di digitalizzazione, senza competenze informatiche o di programmazione specifiche”, osserva Bader.

Proprio come un kit per i manager aziendali, l’editor Tulip può essere utilizzato per adattare i modelli di App esistenti o per creare App personalizzate che sostituiscono le istruzioni cartacee e i documenti vecchio stile. “Utilizzando istruzioni di montaggio individuali e digitali, protocolli di qualità, liste di controllo della produzione o App per l’acquisizione dei dati della macchina, gli addetti alla produzione vengono guidati passo dopo passo attraverso i processi e vengono fornite tutte le informazioni importanti”, fa notare il direttore marketing globale di DMG Mori: “ciò riduce gli errori e i processi sono documentati digitalmente senza soluzione di continuità. Inoltre, i sistemi It esistenti, come il sistema Erp, così come i sensori digitali, gli utensili, gli strumenti di misura e i dati delle macchine, possono essere collegati alle App attraverso la funzione drag and drop”.

Passo dopo passo, viene così creata una ‘roadmap’ interattiva che accompagna i vari addetti e operatori nel loro lavoro, e che allo stesso tempo effettuano misurazioni e ispezioni per verificare il corretto funzionamento degli impianti. “Tutto ciò”, rimarca la manager tedesca, “è la base per un continuo miglioramento del processo e per vantaggi competitivi sostenibili”.

Stefano Casini

Giornalista specializzato nei settori dell'Economia, delle imprese, delle tecnologie e dell'innovazione. Dopo il master all'IFG, l'Istituto per la Formazione al Giornalismo di Milano, in oltre 20 anni di attività, nell'ambito del giornalismo e della Comunicazione, ha lavorato per Panorama Economy, Il Mondo, Italia Oggi, TgCom24, Gruppo Mediolanum, Università Iulm. Attualmente collabora con Innovation Post, Corriere Innovazione, Libero, Giornale di Brescia, La Provincia di Como, casa editrice Tecniche Nuove. Contatti: stefano.stefanocasini@gmail.com

One thought on “Una fabbrica sempre più digitale e integrata: la manifattura del futuro secondo DMG Mori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.