La nuova era della produttività tra cloud, esoscheletri e sostenibilità

Si terrà mercoledì 20 ottobre, dalle 16 alle 18, la seconda edizione dell’EAWS International Symposium (EIS), organizzato da Fondazione Ergo, con il supporto della EAWS International Platform e del network One-MTM.

La realtà attuale, post pandemia, ci dice che “saper produrre” è un fattore critico di successo indispensabile per la nostra economia e che il costo del lavoro non è l’unico aspetto da considerare nel disegno strategico della nostra impronta produttiva. La nuova visione ha quindi posto nuovamente l’accento sulla produttività.

E proprio al tema “Productivity New Age” è dedicata la seconda edizione del simposio, un incontro pensato per condividere alcuni dei migliori progetti in tema di organizzazione del lavoro e buona produttività, dando particolare enfasi a soluzioni innovative che beneficiano delle ultime scoperte e tecnologie digitali.


L’evento, intitolato “Productivity New Age”, si propone di scoprire il potenziale delle piattaforme cloud nella gestione della produttività e nel controllo dei costi industriali; comprendere l’importanza della progettazione del lavoro e della misurazione del lavoro per rendere sostenibile il sistema di produzione; apprezzare quale è il campo di applicazione consigliato degli esoscheletri passivi e come misurare l’effetto ergonomico della loro adozione; riconoscere quale è il futuro degli strumenti di analisi ergonomica. Il tutto grazie agli interventi dei maggiori esperti a livello mondiale di ingegneria industriale, ergonomia e digitalizzazione.

Nello specifico, Gabriele Caragnano, Partner PwC e Direttore Tecnico di Fondazione Ergo, e Peter Kuhlang, Ceo dell’MTM Association, introdurranno EAWS (Ergonomic Assesment Work-Sheet), tecnica ergonomica preventiva molto utilizzata nel manifatturiero per la valutazione ergonomica del rischio da sovraccarico biomeccanico.

Uno spazio ad hoc sarà dedicato alle esperienze di quattro grandi gruppi industriali mondiali (Bosch, Leonardo, Volkswagen, Whirlpool), i cui rappresentanti porteranno esempi di best practice e condivideranno progetti di miglioramento delle proprie realtà.

Un importante contributo arriverà da David Duwe, Head of Sales di Ottobock Se & Co, società produttrice di dispositivi medici quali protesi o, soprattutto, esoscheletri; proprio su questi e sugli oltre 1.500 progetti di ricerca portati avanti negli ultimi anni.

Innovation Post e Industry4Business , testate del Network Digital360, sono official media partner del simposio.

Per partecipare all’evento da remoto registrarsi qui.

Qui invece è possibile leggere il programma dell’evento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

One thought on “La nuova era della produttività tra cloud, esoscheletri e sostenibilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.