EIT Manufacturing 2023, la call per progetti innovativi su manifattura intelligente e circolare, cobot e automazione antropocentrica

Raccogliere soluzioni innovative per rendere la manifattura europea pronta per un futuro digitale, competitivo e sostenibile, sia a livello sociale che ambientale: è questo lo scopo della call for proposals aperta dall’Istituto europeo di Innovazione e Tecnologia (EIT).

Il bando aperto dall’Istituto – un organismo creato dall’Unione europea nel 2008 per rafforzare la capacità innovativa dell’Europa – mette a disposizione dei soggetti partecipanti finanziamenti per una somma massima di 1,5 milioni di euro all’anno.

Bando EIT Manufacturing 2023, a chi si rivolge

Il bando si rivolge a innovatori, enti di ricerca, università, grandi aziende, start-up e imprese di ogni dimensione provenienti dagli Stati membri dell’Ue o da uno dei Paesi terzi associati al programma Horizon Europe. I progetti innovativi devono rientrare nell’ambito di quattro aree tematiche:

  • Intelligenza Artificiale e uso dei Digital Twin nel sistema manifatturiero
  • tecnologie intelligenti per una manifattura circolare e sostenibile
  • robot collaborativi e soluzioni per una manifattura flessibile
  • automazione per fabbriche che mettono l’uomo al centro

Le migliori proposte riceveranno un supporto finanziario dall’EIT e potranno accedere al suo network innovativo (EIT Manufacturing Network), che include investitori e partner che possono offrire ai consorzi e ai soggetti partecipanti il knw-how e il supporto tecnologico necessario allo sviluppo dei progetti innovativi.

La call for proposals costituisce l’iniziativa chiave per l’EIT Manufacturing. Iniziativa che l’Istituto porta avanti da diversi anni, con l’obiettivo di promuovere l’innovazione nella manifattura e a cui dedica la maggior parte del suo budget operativo (circa 400 milioni di euro fino al 2026).

Nell’ambito della call precedente, sono state presentate 290 proposte e 81 progetti in tutta Europa sono stati infine accettati.

Le novità del bando per il 2023

L’edizione di quest’anno introduce alcune novità, tra cui la possibilità per i progetti di gruppo di presentare proposte per attività di 2 anni, senza la necessità di ripresentare una proposta per il 2° anno dell’attività nel 2023.

“Il bando è lo strumento principale che EIT Manufacturing impiega per promuovere progetti innovativi nell’industria manifatturiera. Questa edizione incorpora nuovi approcci, che incoraggeranno la partecipazione e accelereranno la trasformazione dei progressi scientifici in innovazioni commerciabili nella produzione per aiutare a preparare l’industria per un futuro verde, digitale e competitivo che sia sostenibile sia per la società che per l’ambiente”, commenta Klaus Beetz, CEO EIT Manufacturing. 

Un approccio a lungo termine che è stato possibile grazie a un cambio di strategia dell’Istituto, come spiega Dimitris Mavrikios, COO EIT Manufacturing.

“Questo approccio pluriennale è possibile grazie al primo Business Plan pluriennale che metteremo insieme per gli anni 2023-25. Permetterà il lancio di progetti a più lungo termine con una portata più ambiziosa”, commenta.

Le modalità di partecipazione

I progetti presentati devono rientrare nell’ambito delle aree di attività dell’EIT Manufacturing, ovvero:

  • Innovazione, quindi progetti volti a sostenere le aziende manifatturiere europee e le organizzazioni tecnologiche nel lancio e nell’industrializzazione di soluzioni innovative con un alto potenziale di crescita aziendale
  • educazione, quindi progetti mirati ad aumentare la capacità di innovazione in Europa educando, aggiornando e riqualificando i produttori futuri e attuali e sostenendo le aziende sulla doppia transizione in corso (digitale e verde)
  • RIS (Regional Innovation Scheme). In questo ambito rientrano i progetti e le idee volte a consentire il trasferimento di buone pratiche e know-how utilizzando l’approccio unico dell’EIT Manufacturing per promuovere l’innovazione in tutto il continente, comprese le aree con livelli moderati o medi di innovazione

Le proposte devono contribuire almeno ad una di queste aree tematiche e possono avere la durata di uno o due anni. Nel caso di progetti presentati da partner, almeno il 50% dei soggetti coinvolti deve essere partner dell’EIT Manufacturing.

Il bando prevede due finestre per presentare le domande: la prima si aprirà il 9 febbraio 2022 e si chiuderà l’11 marzo 2022. La seconda finestra verrà aperta il 14 marzo e si chiuderà il 29 aprile 2022 alle ore 23:59 (CEST). Le domande dovranno essere presentate online attraverso l’Intranet dell’EIT Manufacturing.

I costi agevolabili e i criteri di valutazione

Il bando prevede finanziamenti per i costi legati al personale, alle attività di subappalto, spese di viaggio, ammortamento, costi legati all’acquisto di altri beni e servizi, sostegno finanziario a terzi e beni e servizi fatturati internamente.

Per progetti legati all’area di innovazione, i soggetti che presentano la proposta devono essere in grado di co-finanziare almeno il 30% dei costi sostenuti.

Per quanto riguarda i progetti che rientrano nell’area educativa, l’EIT Manufacturing finanzierà il 100% dei costi ammissibili, mentre per i progetti legati alle attività RIS è possibile trovare più dettagli sui costi e i finanziamenti ammissibili nella sezione dedicata del portale dell’EIT Manufacturing.

Le domande saranno valutate da un team di 4-5 esperti indipendenti che nell’ambito della prima finestra di presentazione delle domande si limiteranno a fornire feedback e raccomandazioni (a questo stage nessuna proposta verrà rifiutata).

Successivamente, chiusa la seconda finestra per la presentazione dei progetti, questi saranno valutati da un gruppo di esperti esterni scelti dall’EIT Manufacturing che analizzeranno vari aspetti delle proposte, tra cui: contenuto tecnico, eccellenza e rilevanza; strategia go-to-market e valore della proposta; credibilità e coerenza delle previsioni finanziarie; organizzazione del consorzio che presenta il progetto; piano temporale della proposta, inclusi i deliverable; contributo finanziario all’EIT Manufacturing; risorse e costi.

Tenendo conto queste valutazioni, la commissione di esperti assegnerà a ciascuna proposta un punteggio compreso tra 0 e 5 sulla base dell’eccellenza del progetto, del suo impatto e della qualità della strategia di implementazione.

Entro l’11 giugno 2022, tutti i partecipanti riceveranno la comunicazione relativa all’esito della valutazione dei progetti presentati.

Il documento

Per maggiori informazioni sui criteri delle proposte e le modalità di partecipazione è possibile consultare il bando, disponibile in lingua inglese.

EIT-Manufacturing-_-2023-Call-for-Proposals-Guidelines (1)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.