Acquisizioni

ABB acquisisce la quota di maggioranza di Meshmind per potenziare l’AI e l’IoT industriale

ABB ha annunciato l’acquisizione della quota di maggioranza del fornitore di servizi software Meshmind. L’obiettivo è rafforzare la propria ricerca e sviluppo nell’intelligenza artificiale, nell’IoT industriale e nella visione artificiale, creando un nuovo polo globale dedicato a queste aree. L’acquisizione stimolerà ulteriormente lo sviluppo di soluzioni innovative per l’automazione all’interno della divisione Machine Automation (B&R) di ABB.

Pubblicato il 01 Feb 2024

ABB acquisizione Meshmind

ABB ha raggiunto un accordo per l’acquisizione della quota di maggioranza del fornitore di servizi software Meshmind, con l’intento di potenziare le proprie competenze in ambito di ricerca e sviluppo nei settori dell’intelligenza artificiale, dell’IoT industriale e della visione artificiale.

Questa mossa consentirà ad ABB di amalgamare competenze ingegneristiche, intelligenza artificiale e know-how software per costituire un nuovo polo globale dedicato alla ricerca e allo sviluppo, con l’aspirazione di stimolare ulteriormente l’elaborazione di soluzioni innovative per l’automazione all’interno della sua divisione Machine Automation (B&R).

“La robotica e l’automazione basate sull’intelligenza artificiale hanno il potere di trasformare le industrie, fornendo alle aziende maggiore flessibilità e intelligenza in mezzo alle tendenze globali critiche e alle sfide della forza lavoro”, commenta Sami Atiya, Presidente, ABB Robotics and Discrete Automation Business Area.

“Attraverso questa acquisizione, accelereremo ulteriormente lo sviluppo del nostro software e delle soluzioni basate sull’intelligenza artificiale per rendere l’automazione più adattiva e accessibile, consentendo alle aziende di tutte le dimensioni di diventare più resilienti”, aggiunge.

L’integrazione con i team di B&R per accelerare lo sviluppo di soluzioni di AI, deep learning e app IoT

L’inserimento dei circa 50 collaboratori provenienti da Meshmind favorirà la sinergia con i team B&R su una serie di progetti di ricerca e sviluppo, tra cui sistemi di visione basati sul deep learning, strumenti ingegneristici potenziati dall’intelligenza artificiale e lo sviluppo di app IoT.

Questi lavoreranno dal loro ufficio a Sarajevo, in Bosnia, che diventerà il nuovo polo globale per l’intelligenza artificiale e lo sviluppo software di B&R. Non sono stati resi noti i dettagli finanziari dell’operazione che dovrebbe concludersi nel primo trimestre del 2024.

“Questa acquisizione si basa sulla nostra relazione di successo con Meshmind per creare un nuovo hub globale di ricerca e sviluppo per B&R”, commenta Joerg Theis, presidente della divisione Machine Automation.

“Come parte del nostro più ampio ecosistema che comprende università, partner e start-up, quest’ultimo investimento rafforzerà la nostra capacità e competenza per creare soluzioni che semplifichino la vita dei nostri clienti, aiutandoli a plasmare il futuro dei loro settori”, aggiunge.

Questo investimento si affianca alla recente acquisizione da parte di ABB di Sevensense, fornitore leader di sistemi di visione 3D abilitati all’intelligenza artificiale per robot mobili autonomi (AMR).

Queste operazioni evidenziano l’orientamento strategico degli investimenti di ABB e B&R verso soluzioni software innovative basate sull’AI al fine di fornire valore ai propri clienti attraverso tecnologie più produttive ed efficienti.

Valuta la qualità di questo articolo

C
Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

email Seguimi su

Articoli correlati

Articolo 1 di 4