Olimpiadi di automazione di Siemens: ecco i progetti e le scuole premiate

Reti neurali, social responsability e sostenibilità ambientale, ma anche novità in campo meccatronico e digitale: sono questi i temi dei progetti vincitori della tredicesima edizione delle Olimpiadi di automazione di Siemens, competition riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione all’interno del Programma Nazionale della Valorizzazione delle Eccellenze.

L’iniziativa, che rientra nell’ambito del Protocollo d’Intesa che Siemens ha firmato con il Ministero dell’Istruzione per promuovere la collaborazione tra scuole e imprese, vede ogni anno confrontarsi studenti e docenti iscritti a un ITIS, IPSIA, Liceo, CFP o di un ITS.

Una competizione durata mesi, nel corso dei quali i partecipanti hanno potuto vivere l’esperienza di lavoro di gruppo valida non solo sotto il profilo formativo, ma anche della conoscenza e dell’approfondimento delle nuove tecnologie per la stesura di progetti relativi ad applicazioni pratiche.

Dopo l’annuncio dei progetti finalisti dello scorso 27 maggio, l’annuncio dei vincitori e la premiazione è avvenuta il 7 giugno presso il Digital EXperience Center di Piacenza. La cerimonia è stata anche l’occasione per annunciare un’importante novità per il 2023: dalla prossima edizione, il progetto infatti sarà chiamato “Campionato dell’Automazione di Siemens”.

I progetti premiati

I primi premi conferiti da Siemens sono stati quelli per la categoria “Junior”. Sul gradino più alto del podio è salito l’ITIS Leonardo Da Vinci di Parma, seguito da l’IIS Alessandrini – Marino di Teramo e dall’IIS Enrico Mattei di Vasto, in provincia di Chieti.

Grande prova di ingegno per la Regione Abruzzo, che questo pomeriggio ha portato a casa un totale di ben tre award (due nella categoria “Junior” e uno in quella “Senior”). Il progetto aggiudicatosi il primo premio, dal titolo “Automazione controllo qualità”, si è basato su un prototipo di gestione di un fine linea, con funzionalità di controllo del peso multiprodotto e di pallettizzazione con logistica differenziata.

Per la categoria “Senior”, medaglia d’oro per “Looking For Troubles – L4T”, progetto basato sull’impiego di modelli di riconoscimento di reti neurali installate direttamente su PLC. Obiettivo del prototipo, individuare rapidamente guasti e malfunzionamenti di una macchina o di un impianto complesso, inviando su smartphone o altri dispositivi del manutentore video tutorial specifici sulla base del codice di guasto comunicato dal PLC Simatic S7-1500.

Lo strumento di ricerca guasti può essere applicato in tutti gli ambiti dell’industria manifatturiera, per identificare errori di azionamento complessi, o all’interno di impianti complessi, dove sono disponibili più parametri fisici sullo stato di salute dell’impianto. Hanno ritirato il premio i portavoce dell’IIS Galilei Artiglio di Viareggio e del Polo Scientifico Tecnico Professionale Fermi Giorgi di Lucca, due scuole toscane unitesi nel project work vincente.

Medaglia d’argento per il team formato da due poli scolastici del territorio montano della provincia di Reggio-Emilia, l’IIS Cattaneo Dall’Aglio e l’IIS Nelson Mandela Castelnovo Ne’ Monti. Bronzo ex equo, invece, per l’ISIS Galileo Galilei di Gorizia e l’ITS Sistema Meccanica di Lanciano, nel chietino.

La collaborazione tra l’IIS Galilei Artiglio Viareggio e il Polo Scientifico Tecnico Professionale Fermi Giorgi di Lucca ha permesso agli studenti delle due scuole – coadiuvate da un’azienda leader locale – di aggiudicarsi anche il Premio “Comunicazione”.

L’ITT Fedi Fermi di Pistoia è salito sul podio per ben due volte. Difatti, non solo ha vinto il Premio “Social Responsibility”, grazie a un sistema automatico in grado di monitorare lo stato ambientale in un’area di Terapia Intensiva Neonatale ma, grazie al prezioso commitment del Professor Francesco Bardelli, ha conquistato anche il “Siemens Teacher Award”.

Per quanto riguarda poi un altro tema fondamentale per Siemens, ossia la sostenibilità ambientale, con il prototipo di un sistema automatizzato di gestione e monitoraggio dei rifiuti in città Smart e sostenibili, l’ITI E. Fermi di Siracusa ha ottenuto il record di apprezzamenti da parte della Giuria di Esperti, che l’ha decretata vincitrice assoluta.

Infine, tutta l’attenzione degli ospiti al DEX di Piacenza si è concentrata sul Premio speciale per la “Didattica Innovativa”, riconoscimento inedito che plaude alla capacità di una scuola di introdurre una metodologia di insegnamento “disruptive”, grazie all’uso della tecnologia, considerata non come fine a se stessa ma in grado di cambiare in positivo la vita di tutti i giorni. L’IIS Fermo Corni di Modena e l’IIS P.A. Fiocchi di Lecco hanno a vinto a pari merito in questa categoria, grazie a progetti che hanno saputo focalizzarsi sulle ultimissime tendenze in campo meccatronico e digitale.

La classifica finale

Classifica Categoria “Senior”:
  1. IIS Galilei Artiglio Viareggio (LU) insieme a Polo Scientifico Tecnico Professionale Fermi Giorgi Lucca (LU)
  2. IIS Cattaneo Dall’Aglio insieme a IIS Nelson Mandela Castelnovo Ne’ Monti (RE)
  3. a pari merito, ISIS Galileo Galilei Gorizia (GO), ITS Sistema Meccanica di Lanciano (CH)
Classifica Categoria “Junior”
  1. ITIS Leonardo Da Vinci Parma (PR)
  2. IIS Alessandrini-Marino Teramo (TE)
  3. IIS Enrico Mattei Vasto (CH)
Classifica Categorie “Speciali”
  • il Premio Randstad Award è stato conferito a tutti i finalisti
  • il Premio Sostenibilità ambientale è andato all’ITI E. Fermi Siracusa (SR)
  • l’IIS Galileo Artiglio Viareggio (LU) insieme a Polo Scientifico Tecnico Professionale Fermi Giorgi Lucca (LU) si sono aggiudicati il Premio Comunicazione
  • il Premio Social Responsibility è andato all’ITT Fedi Fermi Pistoia (PT)
  • pari merito per quanto riguarda il Premio Didattica Innovativa, conferito all’IIS Fermo Corni Modena (MO) e all’IIS P.A. Fiocchi Lecco (LC)
  • il Siemens Teacher Award è stato conferito al Prof. Francesco Bardelli dell’IIT Fedi Fermi Pistoia (PT)

Classifica “Premi Regione”

  • Abruzzo: IIS Alessandrini-Marino Teramo (TE)
  • Emilia-Romagna: ITIS Leonardo Da Vinci Parma (PR)
  • Friuli-Venezia Giulia: ISIS Galileo Galilei Gorizia (GO)
  • Lombardia: ITIS G. Riva Saronno (VA)
  • Marche: ITIS E. Mattei Urbino (PU)
  • Piemonte: Istituto Edoardo Agnelli Torino (TO)
  • Puglia: ITI Sen. Onofrio Jannuzzi Andria (BT)
  • Sicilia: ITI E. Fermi Siracusa (SR)
  • Toscana: IIS Galilei Artiglio Viareggio (LU) insieme a Polo Scientifico Tecnico Professionale Fermi Giorgi – Lucca
  • Umbria: ITI Allievi-Sangallo Terni (TR)
  • Veneto: ITIS A. Rossi Vicenza (VI)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.