Progetti di innovazione, al via il bando del Competence Center Meditech: si punta su PMI e integrazione 4.0

Largo a micro, piccole e medie imprese, da sole o come capofila di aggregazioni di imprese, e ai loro progetti di innovazione legati alle tecnologie Industria 4.0. A supportarle, con una dote di ben due milioni di euro, il primo bando del competence center Meditech (Mediterranean Competence Centre 4 Innovation), il partenariato pubblico privato che ha unito le migliori eccellenze di Campania e Puglia.

Il bando Meditech rappresenta un’occasione da non perdere per le realtà più piccole, ma in generale è un passo importante nel contesto più ampio del programma dei competence center. Tra un anno infatti si concluderà il primo “ciclo” dei finanziamenti, che in tutto il triennio ha potuto contare su finanziamenti pubblici per 72 milioni di euro suddivisi tra gli otto progetti nazionali. Meditech è, in ordine cronologico, il settimo Competence Center a entrare a pieno regime, dopo alcune vicende che ne hanno rallentato la fase di costituzione.

Bando Meditech, obiettivo PMI

“Abbiamo fatto in modo di inserire l’obbligo per il soggetto proponente di avere come capofila una piccola o media impresa. La proposta può essere unica oppure presentata da un raggruppamento”. A parlare è Leopoldo Angrisani, docente del Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione dell’Università Federico II di Napoli e membro del Comitato Tecnico Scientifico di Meditech, che prosegue con l’auspicio che queste realtà lavorino insieme “per favorire l’integrazione 4.0, uno degli aspetti che caratterizza il nostro competence center. Avere insieme grandi e piccole per noi è un valore aggiunto perché irrobustisce la comunicazione della filiera”.

Meditech nel suo primo bando ha scelto un approccio verticale su alcuni settori e non “orizzontale” sulle tecnologie 4.0 come gran parte degli altri competence center. Questo, spiega Angrisani, “nell’ottica dell’integrazione delle tecnologie per risolvere problemi nei comparti di riferimento del centro. Il Comitato tecnico scientifico ha deciso di premiare i migliori progetti che possono favorire qualsiasi filiera, anche bell’ottica di una possibile contaminazione tra settori”. I settori nello specifico sono: Aerospazio, Automotive, Ferroviario, Cantieristica navale, Costruzioni edili e civili, Farmaceutico – Salute, Agroalimentare, Energia, ICT & Services, ai quali si aggiunge una categoria dedicata alla ricerca di soluzioni innovative per far fronte all’emergenza sanitaria legata al Covid-19.

Il bando prevede un finanziamento di due milioni di euro sui cinque complessivamente disponibili per i progetti di innovazione. Con questi 2 milioni, considerato che il contributo può arrivare al massimo al 50% del valore del progetto, saranno attivate iniziative del valore pari ad almeno 4 milioni di euro.

In tutto il Competence center ha mobilitato investimenti per 24,6 milioni di euro: 14, 6 milioni per la costituzione e l’avviamento della struttura, 10 milioni per i progetti da finanziare. Di questi fondi, 12,3 milioni sono stati stanziati dal Mise di cui, come dicevamo, 5 milioni dedicati ai progetti. Per assegnare gli altri 3 milioni arriveranno – spiega Angrisani – altri due bandi.

Meditech alla partita europea

Intanto, come molti altri competence center, anche Meditech sta muovendo i suoi passi per partecipare all’iniziativa degli European Digital Innovation Hub, i punti di riferimento nazionali a livello europeo per l’innovazione e la trasformazione digitale delle imprese.

“Abbiamo cercato di stimolare due proposte territoriali, una campana e una pugliese. Ma abbiamo scelto di non essere capofila di nessuno dei due progetti, lasciando questo ruolo ai rispettivi Digital Innovation Hub di Confindustria. Noi metteremo a disposizione le nostre competenze e le strutture. E in questa stessa ottica partecipiamo anche a una analoga proposta messa a punto da realtà della Basilicata”.

Che cosa prevede il bando Meditech

Il bando, che sarà presentato ufficialmente nel corso di un webinar organizzato in collaborazione con Confindustria il 12 novembre 2020 alle ore 16, si propone di “supportare progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale orientati alla sperimentazione, prototipazione e adozione di soluzioni tecnologiche e organizzative basate sulle Tecnologie Abilitanti Portanti ed Emergenti di Industria 4.0, con specifico riguardo alle linee tecnologiche prioritarie che caratterizzano i settori di interesse di MedITech”.

Nello specifico, le linee tecnologiche prioritarie individuate dal bando Meditech per ogni settore, precisando che ogni progetto dovrà essere strutturato su almeno una di esse, sono:

  • Aerospazio
  1. Qualifica di processi industriali per il completamento del ciclo di produzione di parti stampate in 3D.
  2. Machine Learning/Artificial Intelligence/Big Data/Data Fusion per applicazioni aerospaziali.
  3. Sistemi avanzati di Additive Manufacturing per Cabin Interiors refurbishment and maintenance.
  4. Materiali compositi e nuove tecnologie e processi produttivi.
  5. Droni per la manutenzione aeronautica.
  • Automotive
  1. Produzione di veicoli e componentistica secondo il paradigma Industry 4.0 – fabbrica intelligente.
  2. Veicoli e componentistica green.
  3. Veicoli sicuri, confortevoli e dialoganti con le infrastrutture per la smart mobility.
  • Agrifood
  1. Sviluppo di sistemi esperti per la gestione, la razionalizzazione e l’efficienza della filiera di produzione.
  2. Sviluppo di tecnologie per l’ottimizzazione dei processi produttivi e la sostenibilità della filiera.
  3. Produzione di alimenti funzionali e da fonti alternative.
  • Civil constructions
  1. Sistemi tecnologici per il cantiere digitale.
  2. Sistemi digitali per il monitoraggio e il controllo delle opere civili in fase di realizzazione ed in fase di esercizio.
  3. Materiali e tecnologie innovativi.
  • Energy
  1. Tecnologie I4.0 per le Smart Grid.
  2. Tecnologie I4.0 per la Circular Economy nel settore energetico.
  3. Smart process ed energia sostenibile per I4.0.
  • ICT & Services
  1. Industrial IoT e big data analytics per Smart Manufacturing & Maintenance.
  2. Piattaforme cloud-based e infrastrutture per beni e servizi a valore aggiunto.
  3. Smart Supply Chain Management.
  4. Tecnologie per la formazione e la sicurezza sul lavoro 4.0.
  • Pharma & Healthcare
  1. Sviluppo di materiali, dispositivi medici, sistemi di intelligenza artificiale, apparati per la telemedicina e piattaforme per diagnostica e terapia medica.
  2. Sviluppo di sistemi diagnostici per la medicina di precisione, la medicina rigenerativa e l’ingegneria tissutale.
  • Railways
  1. IoT e data analytics per la produzione, gestione e manutenzione dei sistemi ferroviari.
    Intermodal smart mobility.
  2. Security fisica e logica integrata basata su sensori avanzati.
  3. Digital Twin e virtual Homologation di processi produttivi o di prodotto.
  • Shipbuilding
  1. Imbarcazioni efficienti, sostenibili e sicure in ottica industria 4.0.
  2. Uso di processi e materiali innovativi per la nautica e l’industria navale.
  3. Uso di tecnologie Industria 4.0 per migliorare il processo produttivo nell’industria nautica e navale.
  • Covid-19 & beyond
  1. Piattaforme digitali integrate per il contrasto alla diffusione del coronavirus in ambienti di lavoro.
  2. Soluzioni I4.0 per integrazione orizzontale verso produzioni di dispositivi per il contrasto alla diffusione del coronavirus.
  3. Progetti di industrial smart working sia di integrazione intra-azienda sia di integrazione di filiera.

La proposta di partecipazione al bando deve essere elaborata sulla base dei moduli disponibili qui entro il 7 dicembre 2020.

Per partecipare, si possono trovare a questa pagina tutte le informazioni e le FAQ messe a disposizione da Meditech.

Il testo del bando Meditech è invece disponibile anche qui sotto in PDF Bando Meditech

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.