Edge computing, Eurotech entra a far parte del Progetto Cassini di Arm

Eurotech, fornitore di schede e sistemi embedded rugged per applicazioni industriali, edge computer e componenti che abilitano l’Internet of Things (loT), annuncia di essere entrata a far parte del Progetto Cassini di Arm.

Per abilitare i benefici dell’loT, con il suo Progetto Cassini Arm si impegna a investire per creare un eco­sistema di standard per piattaforme di sviluppo e permettere l’implementazione di software e applicativi cloud sul campo.

Eurotech ha un’esperienza di quasi trent’anni nello sviluppo di building block per sistemi embedded, piat­taforme di edge computing e soluzioni Internet of Things (loT). L’azienda possiede un expertise nella realizzazione di hardware, software e servizi loT in diversi mercati verticali.

L’edge computing permette ai sistemi sul campo di processare dati vicino alla loro sorgente. Questo riduce i problemi di latenza nelle comunicazioni tra la periferia e il data center, consentendo di effettuare analitiche avanzate direttamente sul campo. L’loT Edge Framework Everyware Software Framework (ESF) fornisce un ambiente di sviluppo flessibile e multi-piattaforma per edge computer e loT gateway. ESF abilita la connessione tra il mondo fisico e quello digitale attraverso la creazione di gemelli digitali (digitai twin).

“Siamo onorati di far parte dell’ecosistema del Progetto Cassini e di lavorare con un leader come Arm”, ha commentato Giuseppe Surace, Chief Product & Marketing Officer di Eurotech. “L’integrazione dei nostri componenti loT Edge testati e validati si sposa perfettamente con lo scopo del progetto, assicurando ai clienti i vantaggi di tecnologie certificate e pronte all’uso anche per le applicazioni più complesse”.

“Il Progetto Cassini ha lo scopo di sfruttare appieno l’innovazione all’edge e accelerare lo sviluppo di piattaforme di edge computing ottimizzate e basate su componenti Arm”, ha affermato Mohamed Awad, Vide President, loT Business di Arm. “Incorporare l’esperienza di Eurotech nella realizzazione di sistemi embedded industriali è un ulteriore passo per progredire nella vision del Progetto Cassini, permettendo di implementare software e applicativi cloud all’interno di un ecosistema all’edge sicuro ed eterogeneo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.