INDUSTRIA DIGITALE

KITT4SME, il progetto europeo per portare l’intelligenza artificiale nei processi produttivi delle PMI



Indirizzo copiato

Nell’ambito del programma Horizon 2020 l’UE ha finanziato il progetto KITT4SME con l’obiettivo di fornire alle PMI europee una piattaforma digitale modulare e personalizzabile che le aiuti a introdurre l’intelligenza artificiale nei loro sistemi di produzione.​ Ne abbiamo parlato con Serena Albertario e Jacopo Cassina di Holonix, uno dei partner del progetto

Pubblicato il 24 ott 2023


Holonix Point of View

l'AI generativa gioca un ruolo fondamentale nel settore industriale riducendo i tempi di inattività delle macchine e aumentando la loro longevità.

L’AI può essere un fattore abilitante per migliorare la qualità della produzione e la competitività delle imprese. In Italia, citando i numeri emersi dall’ultimo osservatorio della School of Mangement del Polimi, le applicazioni sono in crescita – il mercato vale già oltre 500 milioni di euro – ma, come accade per tante altre tecnologie, anche in questo caso le grandi imprese e le PMI italiane sembrano viaggiare a due velocità diverse: mentre il 61% delle grandi aziende ha già avviato almeno un progetto di AI, l’adozione di sistemi di intelligenza artificiale nelle PMI è ancora bassa, attestandosi a un ben più contenuto 15%. Ad ostacolare lo sviluppo di progetti presso le PMI è sia l’assenza del budget necessario agli investimenti sia il livello di digitalizzazione dell’impresa e delle competenze del suo personale.

Per superare queste difficoltà, nell’ambito del programma Horizon 2020 l’UE ha finanziato il progetto KITT4SME.

Il progetto KITT4SME

KITT4SME (platform-enabled KITs of arTificial intelligence FOR an easy uptake by SMEs) ha l’obiettivo di definire una piattaforma digitale personalizzabile in modo modulare, che introduce l’intelligenza artificiale nei sistemi di produzione.

Tra i partner del Progetto c’è Holonix, azienda italiana che da sempre lavora fianco a fianco con le imprese manifatturiere, nello specifico produttori di macchinari industriali, per costruire con loro l’azienda smart, quella efficiente e competitiva che il mercato di oggi richiede.

Nello specifico, Holonix è responsabile dei blocchi “Sense and Intervene”, ossia di identificare tutti quei parametri delle macchine, dell’ambiente di produzione e degli operatori, che vanno analizzati al fine di intervenire per migliorare i processi produttivi e l’ambiente di lavoro.

Per raccogliere i dati, sta utilizzando Kharon, la piattaforma tecnologica su cui si basa il prodotto i-Live Machines, un software in cloud per la raccolta, l’organizzazione e la storicizzazione dei dati provenienti dal parco macchine.

Profilare le competenze

Inoltre, Holonix ha sviluppato due “Profilers”, tool per autovalutare la situazione in azienda, in termini di applicazione di strumenti AI e valutazione dei lavoratori coinvolti (ogni soggetto può compilare una survey da cui riceverà feedback e suggerimenti per migliorare le proprie competenze).

Il “Worker Profiler” è uno strumento di indagine che calcola il divario di competenze di un lavoratore. Questi risultati verranno utilizzati come input per categorizzare le esperienze formative qualificate e per attuare un matchmaking delle competenze in azienda. Si basa su tre pilastri: gli archetipi richiesti dalla trasformazione digitale in atto, le loro competenze aggiornate e il processo di indagine stesso, che definisce eventuali mismatching di competenze. Infine, per quantificare i gap, vengono utilizzati standard di riferimento come ESCO e O*NET.

Questi nuovi strumenti proposti possono essere di grande aiuto per la gestione efficiente delle risorse in azienda, andando a collocare in maniera efficace le competenze e colmare i gap esistenti.

In ultimo, il progetto ha aperto le porte al mercato grazie alle ultime open call, andando ad estendere i propri studi ad un network di aziende molto più ampio e provare in questo modo il potenziale della piattaforma che sta piano piano prendendo forma. Grazie ad essa, sarà possibile fornire alle PMI hardware, software e kit personalizzati e pronti all’uso, incentivando la collaborazione delle aziende sul mercato e portando al loro interno le nuove tecnologie.

L’intervista

Per approfondire il progetto KITT4SME abbiamo intervistato la Project Manager Serena Albertario e Jacopo Cassina, Ceo di Holonix. Buona visione!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5