ABB investe 150 milioni di dollari in Cina: nel 2020 una nuova fabbrica di robot a Shanghai

Il gruppo tecnologico digitale ABB ha annunciato un nuovo investimento da 150 milioni di dollari a Shanghai in Cina per la costruzione di un centro all’avanguardia in cui i robot realizzano robot. Con questa mossa, l’investimento totale di ABB in Cina sale a 2,4 miliardi di dollari.

La nuova fabbrica di ABB

Il nuovo centro di produzione di Kangqiao, vicino al vasto campus di robotica cinese di ABB, unirà le tecnologie digitali collegate dell’azienda, incluse le soluzioni ABB Ability, la robotica collaborativa all’avanguardia e la ricerca innovativa sull’intelligenza artificiale. Si prevede che la fabbrica diventi operativa entro la fine del 2020.

L’annuncio segna una tappa importante per ABB in qualità di produttore di robotica, nonché un investimento di crescita globale fondamentale per l’azienda nel mercato della robotica più grande del mondo. Nel 2017, uno su tre robot venduti nel mondo è andato in Cina, che ha acquistato quasi 138.000 unità. Oggi, ABB impiega circa 5.000 persone a Shanghai e le aziende di robotica del Gruppo danno lavoro in Cina a più di 2.000 persone tra ingegneri, esperti di tecnologia e manager operativi in 20 sedi diverse. ABB ha investito oltre 2,4 miliardi di dollari in Cina dal 1992, con oltre 18.000 dipendenti in totale.

L’accordo con Shanghai

ABB e il governo municipale di Shanghai hanno firmato un accordo di cooperazione strategica globale incentrato sul sostegno all’industria, all’energia, ai trasporti e alle infrastrutture nella regione e al sostegno dell’iniziativa manifatturiera Made in Shanghai. L’accordo è stato firmato dal sindaco di Shanghai Ying Yong e dal CEO di ABB Ulrich Spiesshofer, il quale ha affermato: “L’impegno della Cina nella trasformazione della sua produzione rappresenta una luce illuminante per il resto del mondo. Il suo approccio strategico alle ultime tecnologie per l’intelligenza artificiale, la robotica avanzata e l’informatica basata su cloud rappresenta una guida per ogni Paese che desidera avere una base manifatturiera competitiva a livello globale”.

La fabbrica digitale del futuro

Il nuovo stabilimento di Shanghai presenterà una serie di soluzioni di machine learning, digitali e collaborative, per renderlo la fabbrica più avanzata, automatizzata e flessibile nel settore della robotica e un centro di Ricerca e Sviluppo in loco contribuirà ad accelerare le innovazioni nell’intelligenza artificiale. Utilizzando un nuovo approccio di progettazione globale che ABB ha annunciato all’inizio di quest’anno, lo stabilimento sarà in grado di aumentare notevolmente sia l’ampiezza (tipo di robot) che la profondità (varianti di ogni tipo) dei robot che possono essere realizzati in loco, consentendo una maggiore e più veloce personalizzazione per soddisfare le esigenze dei clienti.


ABB sarà anche in grado di combinare questo portafoglio ampliato di robotica in un numero pressoché illimitato di soluzioni su misura. “Il concetto alla base di questa fabbrica è lo stesso consiglio che ogni giorno diamo ai nostri clienti: investiamo in soluzioni di automazione che offrono flessibilità e agilità per crescere in qualsiasi direzione del mercato”, ha dichiarato Sami Atiya, presidente della divisione Robotics and Motion di ABB.

L’intero stabilimento di Shanghai sarà modellato come un digital twin, che fornirà dashboard intuitivi creati su misura per il management, oltre a ingegneri, operatori ed esperti di manutenzione per prendere le decisioni migliori. Ciò include la raccolta e l’analisi delle informazioni, tramite ABB Ability Connected Services, sulla salute e sulle prestazioni dei robot ABB in fabbrica per garantire l’identificazione tempestiva delle potenziali anomalie. Oltre a evitare costosi tempi di fermo degli impianti, ABB Ability offre soluzioni digitali avanzate in grado di migliorarne prestazioni, affidabilità e consumo energetico e a fornire l’accesso alle migliori piattaforme del mondo, come il cloud aziendale Microsoft Azure, che è il primo cloud pubblico internazionale di service gestito in Cina.

Un design innovativo

Il nuovo stabilimento avrà una planimetria innovativa e flessibile basata su isole di automazione interconnesse anziché su linee di assemblaggio fisse. Le soluzioni ABB di automazione della logistica saranno utilizzate in tutto lo stabilimento, compresi i veicoli a guida automatica che possono seguire autonomamente i robot mentre si muovono lungo la linea produzione, fornendo loro le attrezzature grazie a stazioni localizzate. Ciò consentirà alla produzione di adattarsi e dimensionarsi in modo efficiente in relazione ai cambiamenti nel mercato dei robot in Cina senza ulteriori espansioni della capacità produttiva.

Per Vegard Nerseth, Amministratore Delegato della divisione Robotics di ABB, “è in atto un grande allontanamento dalla tradizionale valutazione delle dimensioni della fabbrica e degli investimenti Capex come modo per soddisfare la domanda futura. Il concetto alla base del nostro nuovo stabilimento è quello di rendere l’utilizzo di ogni metro quadrato dell’area di produzione più intelligente e flessibile”. Per favorire il passaggio alla personalizzazione di massa nella produzione e per garantire i massimi livelli di produttività e flessibilità, il nuovo stabilimento di Shanghai farà ampio uso del software SafeMove2 di ABB, che consente a persone e robot di lavorare in sicurezza in spazi ristretti. Inoltre, i robot YuMi di ABB consentiranno una stretta collaborazione su molte delle attività di assemblaggio delle piccole parti necessarie per la produzione di un robot ABB.

Quarant’anni di apertura della Cina

“Il 2018 segna il quarantesimo anniversario della riforma e della politica di apertura della Cina -, ha affermato Chunyuan Gu, Presidente di ABB China e Presidente della regione AMEA -. L’azienda è stata una delle prime a operare in Cina e ora abbiamo una catena del valore completamente localizzata, sostenuta dal notevole sviluppo economico e sociale del Paese. In qualità di leader di mercato nel settore della robotica in Cina, siamo lieti di sfruttare questo successo e sostenere il nostro slancio negli investimenti”.

La nuova fabbrica di Shanghai diventerà una parte fondamentale del sistema globale di ABB nella fornitura di robot, insieme allo stabilimento recentemente rinnovato a Västerås, in Svezia, e allo stabilimento di Auburn Hills, nel Michigan, dove l’azienda rimane l’unico fornitore globale di robot con un’impronta di produzione negli Stati Uniti.

 

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

Nicoletta Pisanu ha 153 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Nicoletta Pisanu

Un pensiero riguardo “ABB investe 150 milioni di dollari in Cina: nel 2020 una nuova fabbrica di robot a Shanghai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest