È Luca Manuelli, attuale Chief Digital Officer di Ansaldo Energia, che ha guidato l’azienda nel percorso per diventare la prima  Lighthouse Plant del Piano Industria 4.0 del Ministero dello Sviluppo Economico, il nuovo Presidente del Cluster Fabbrica Intelligente, l’associazione riconosciuta dal MIUR che unisce oltre 300 tra imprese di grandi e medio-piccole dimensioni, università e centri di ricerca, associazioni imprenditoriali e stakeholder del manufacturing avanzato. 

A designare Manuelli è stata la sesta Assemblea generale ordinaria del cluster. L’assemblea ha, inoltre, confermato Tullio Tolio alla presidenza del Comitato Tecnico Scientifico e ha nominato, come membri del Comitato, il presidente uscente Gianluigi Viscardi (Cosberg), Marco Taisch (Politecnico di Milano), Sauro Longhi (Università Politecnica delle Marche) e Paolo Calefati (Prima Industrie).

Fabbrica intelligente, Manuelli: “Sviluppo nel segno della continuità”

“Essere il nuovo Presidente di una squadra che ha saputo raggiungere risultati così positivi – ha sottolineato Manuelli – è un forte stimolo a dare ulteriore impulso alla sviluppo del Cluster Fabbrica Intelligente nella direzione della continuità. Poter contare sulla leadership e la competenza di Gianluigi Viscardi, di Tullio Tolio e di tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di tali traguardi è un importante asset in tale direzione”.


“Il Cluster Fabbrica Intelligente – ha proseguito Manuelli – è un esempio di come il sistema Paese, rappresentato dal mondo della ricerca e dalle grandi, medie e piccole imprese, quando fa squadra può affrontare con fiducia le sfide dell’economia globale creando valore per il complessivo sistema economico.”

Il manager della “trasformazione digitale” di Ansaldo

Luca Manuelli, laureato in Economia e Commercio alla LUISS con un Master in Business Administration, è dal 2012 in Ansaldo Energia dove ricopre il ruolo di Chief Digital Officer & SVP Quality, IT and Process Improvement. In tale ruolo coordina il processo di definizione e implementazione della strategia di trasformazione digitale dei prodotti e dei processi di Ansaldo Energia, che ha portato tra l’altro alla selezione del sito produttivo di Genova quale primo Lighthouse Plant del Piano Industria 4.0 del MISE. 

Tra le attività legate all’innovazione tecnologica è membro del CdA del Centro di Competenza Start 4.0, focalizzato sulla tecnologia digitale a supporto della sicurezza e resilienza delle infrastrutture strategiche; del Comitato degli esperti coordinato dal MISE, che ha supportato il lancio e l’implementazione del Piano Industria 4.0 e che sta lavorando alla definizione di un framework europeo integrato Industry 4.0 nella Trilaterale Germania/Francia/Italia. Fa inoltre parte dell’Osservatorio Nazionale per la Cyber Security, Resilienza e Business Continuity dei Sistemi Elettrici e dell’Advisory Board dell’Osservatorio Industria 4.0 del Politecnico di Milano.

Fabrizio Cerignale

Giornalista professionista, con in tasca un vecchio diploma da perito elettronico. Free lance e mobile journalist per vocazione, collabora da oltre trent’anni con agenzie di stampa e quotidiani, televisioni e siti web, realizzando, articoli, video, reportage fotografici. Giornalista generalista ma con una grande passione per la tecnologia a 360 gradi, da quella quotidiana, che aiuta a vivere meglio, alla robotica all’automazione.

Fabrizio Cerignale ha 288 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Fabrizio Cerignale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest