I 50 anni dell'azienda

Endress+Hauser, mezzo secolo di successi e innovazione in Italia

Endress+Hauser Italia, fondata nel 1974, celebra il suo cinquantesimo anniversario. L’azienda ha raggiunto traguardi significativi in termini di fatturato, diventando la seconda azienda del Gruppo Endress+Hauser in Europa.

Pubblicato il 22 Mar 2024

EH_Italy_1

La filiale italiana di Endress+Hauser ha festeggiato lo scorso 20 marzo i suoi 50 anni di attività.

Una filiale che ha le sue radici nel 1974, a seguito di un incontro avvenuto qualche anno prima tra l’ingegnere Antonio Magri e Georg H. Endress durante l’Interkama, a quel tempo la fiera tedesca di riferimento nel campo dell’automazione di processo.

Da allora, la filiale italiana dell’azienda ha intrapreso un percorso di crescita che l’ha portata ad essere la seconda realtà per il gruppo (dopo la Germania), con una sede incentrata sui temi di innovazione e sostenibilità e un organico di oltre 250 persone.

Evoluzione e innovazione: la storia di successo di Endress+Hauser in Italia

La sede milanese in via Padova ospitava sia il reparto vendite che quello produttivo, con la capacità di progettare e costruire misuratori di livello ad ultrasuoni.

Verso la fine degli anni ’80, la produzione di ultrasuoni viene spostata in Germania e l’attività produttiva italiana si converte prima nella misurazione dell’umidità nei solidi e successivamente nelle misurazioni industriali della temperatura.

L’impresa in Italia cresce costantemente anno dopo anno, raggiungendo traguardi significativi in termini di fatturato fino a diventare la seconda azienda del Gruppo Endress+Hauser in Europa, superata solo dalla Germania.

Nel 1986 Georg H. Endress personalmente inaugura il primo dei due edifici della nuova sede a Cernusco sul Naviglio.

1986 - Cerimonia di inaugurazione della sede di Cernusco s/N.
In un secondo edificio vengono prodotti sensori e trasmettitori di temperatura, attività poi trasferita a Pessano con Bornago dopo l’acquisizione della società Sicestherm, che oggi è ancora il centro di produzione per la misura della temperatura.

La sede attuale di Endress+Hauser Italia è stata inaugurata nel 2016.

L’imponente edificio su tre piani è circondato da un parco e copre una superficie di 6.000 metri quadrati, con un’attenzione particolare alla sostenibilità e l’utilizzo responsabile delle risorse.

L’edificio è infatti dotato di:

  • elementi geotermici per il raffreddamento e il riscaldamento degli ambienti
  • un impianto fotovoltaico sul tetto  produce energia elettrica
  • un sistema per utilizzare l’acqua piovana raccolta come acqua di servizio
  • una facciata in vetro e un sistema di building automation avanzato, che contribuiscono a ulteriori risparmi energetici

La filiale italiana impiega attualmente oltre 250 collaboratori e 20 service partner.

Grazie a questa struttura, Endress+Hauser è in grado di assistere i clienti in modo capillare su tutto il territorio italiano con prodotti, soluzioni e servizi, supportandoli nel miglioramento dei loro processi.

Valuta la qualità di questo articolo

C
Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

email Seguimi su

Articoli correlati

Articolo 1 di 5