sensoristica e automazione

Sick continua a crescere: nel 2023 vendite per oltre 2,3 miliardi di euro

Nel 2023 Sick ha registrato un incremento delle vendite del 5,4% rispetto al 2022, con un fatturato di oltre 2,3 miliardi di euro. Un traguardo merito al lavoro di un team globale di oltre 12.000 dipendenti e dell’ampia gamma di soluzioni innovative, che hanno contribuito a una crescita equilibrata nei settori dell’automazione di fabbrica, di processo e logistica in diversi mercati globali.

Pubblicato il 17 Mag 2024

smart sensor sick

Nonostante un contesto difficile il 2023 è stato per Sick un anno di crescita. L’azienda ha infatti registrato vendite per oltre 2,3 miliardi di euro, con un aumento del 5,4% sul 2022.

Oltre alle vendite e ai profitti l’azienda ha migliorato anche la propria redditività: il margine EBIT è salito dal 7,5 all’8,2%, riflettendo sull’equilibrio che Sick ha raggiunto tra il perseguimento di guadagni a breve termine e i progressi tecnologici a lungo termine

“Le oltre 12.000 persone che compongono il nostro team globale hanno dimostrato un impegno impressionante sia in termini di fornitura di nuove soluzioni sia di supporto ai clienti, rispondendo in modo flessibile alle dinamiche di mercato e alle tecnologie in rapida evoluzione”, afferma Mats Gökstorp, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Sick.

“La crescita positiva del nostro business nel 2023 ci motiva a continuare a lavorare con i nostri clienti e partner per dare forma alla digitalizzazione industriale, nonostante le condizioni rimangano difficili”, aggiunge.

Crescita equilibrata del mercato e della forza lavoro a livello mondiale

Nel 2023, Sick ha incrementato le vendite in tutti e tre i settori di attività: il segmento dedicato all’automazione di fabbrica ha registrato un aumento del 6,9% a circa 1,2 miliardi di euro, la crescita maggiore. Le vendite dell’automazione di processo sono aumentate del 5,8% a 348 milioni di euro, mentre l’automazione logistica, dopo gli anni da record durante la pandemia e i notevoli guadagni nell’e-commerce, ha continuato a registrare una solida crescita delle vendite: 2,8% a 747 milioni di euro.

Risultati che l’azienda ha raggiunto grazie alla un’ampia e diversificata gamma di soluzioni: tre al suo portafoglio di soluzioni completo e la sua presenza in tutti i mercati consolidati e nelle regioni in crescita in tutto il mondo sono stati fattori che hanno decisamente contribuito al raggiungimento degli obiettivi.

In Germania le vendite sono aumentate del 4,2%, raggiungendo i 380 milioni di euro, nonostante una leggera flessione economica. Nella regione EMEA le vendite sono aumentate di ben il 12,2%, raggiungendo gli 823 milioni di euro, una tendenza positiva che si è potuta riscontrare in diversi Paesi, in particolare nei principali mercati europei, come la Gran Bretagna e l’Italia.

L’aumento delle vendite registrato nella regione delle Americhe, pari al 7,1% e a 545 milioni di euro, è dovuto principalmente ai progressi nei principali mercati degli Stati Uniti e del Brasile, mentre nella regione Asia-Pacifico le vendite sono calate del 4,0% a 559 milioni di euro.

Una flessione riconducibile al mercato cinese, influenzato dall’andamento sfavorevole del tasso di cambio del renminbi cinese e dall’incertezza generale del mercato nella regione.

Le soluzioni di Sick per la digitalizzazione industriale

Al 31 dicembre 2023, Sick contava 12.185 dipendenti, il 2,3% in più rispetto all’anno precedente. In termini di espansione della forza lavoro, l’azienda si è concentrata in particolare su ricerca e sviluppo, dove il numero di dipendenti è aumentato del 9,2%, raggiungendo 1.760 unità.

Le idee innovative della ricerca e sviluppo hanno dato vita a numerosi prodotti commercializzabili e a 137 domande di brevetto. Le soluzioni basate sul software hanno rappresentato circa 70 brevetti, mentre sempre più applicazioni includono l’integrazione dell’intelligenza artificiale nell’hardware dei sensori Sick.

Complessivamente, l’azienda detiene quasi 4.000 brevetti per soluzioni tecnologiche che aiutano le aziende dei clienti a controllare i processi industriali digitali e automatizzati.

Second tecnologia dei sensori è e rimarrà un mercato in crescita, anche se gli indicatori economici a breve termine, per il primo trimestre del 2024, sono cauti e un miglioramento duraturo non è previsto fino alla fine dell’anno.

L’azienda guarda al 2024 con la dovuta cautela, ma con ottimismo, consapevole del proseguimento del trend positivo per quanto riguarda la tecnologia dei sensori, che sono la base per il controllo dei processi industriali digitali e automatizzati in relazione all’automazione di fabbrica, logistica e di processo.

“Come molte altre aziende industriali, Sick è entrata nel nuovo anno commerciale con la dovuta cautela e consapevolezza dei costi. Grazie al nostro portafoglio diversificato di soluzioni per la digitalizzazione industriale e a un team globale dedicato, siamo fiduciosi di essere equipaggiati al meglio per soddisfare le esigenze dei nostri clienti, oggi e domani”, commenta Gökstorp.

Valuta la qualità di questo articolo

C
Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

email Seguimi su

Articoli correlati

Articolo 1 di 5