Atti porta ad SPS l’automazione e i robot di Yamaha Motor

Atti porterà in fiera a SPS le soluzioni meccatroniche e i robot di Yamaha Motor tra cui il trasportatore lineare modulare LCMR200 e lo Scara YK1200X, nonché diverse demo.

Pubblicato il 10 Mag 2023

atti-con-Yamaha-a-SPS-2023

Atti, distributore italiano di Yamaha Motor, sarà presente alla prossima edizione di SPS Italia (in programma a Parma dal 23 al 25 maggio) con uno stand ricco di soluzioni di automazione industriale.

Il protagonista dell’esposizione sarà il trasportatore lineare modulare LCMR200, che grazie a un aggiornamento rilasciato sia per i modelli già in uso sia per quelli di nuova installazione ora mette a disposizione un payload doppio: ogni carrello è in grado di trasportare fino a 30 kg.

Presso lo stand Atti a SPS Italia 2023 sarà possibile vedere all’opera anche una linea di conveyor tracking che lavora insieme a un robot Yamaha, oltre a  una linea di test che realizza un movimento di ricircolo orizzontale.

La fiera sarà anche l’occasione per vedere in anteprima ciò che Yamaha porterà a giugno a Monaco di Baviera durante Automatica 2023.

Tra le peculiarità che rendono i robot Scara Yamaha apprezzati nel settore ci sono una raggiungibilità che arriva fino a 1.200 mm – grazie al nuovo YK1200X – e un’alta affidabilità, garantita dal ricorso a soluzioni beltless.

La serie di robot Scara XG è infatti priva di cinghia di trasmissione, una scelta progettuale che permette di ridurre al minimo gli interventi di manutenzione programmata sul robot, quindi anche i tempi di fermo macchina e il TCO complessivo della cella robotica, rendendo l’investimento alla portata di imprese di ogni dimensione, anche piccole e medie.

Un’altra importante soluzione Yamaha distribuita da Atti è la serie di assi lineari Robonity: si tratta di attuatori lineari a ricircolo di sfere che possono essere forniti completi di flangia e giunto per accoppiamento ai più prestigiosi brand di motorizzazioni sul mercato oppure in alternativa completi di motori e controller Yamaha.

“Siamo molto felici e orgogliosi di essere la vetrina dei prodotti Yamaha Motor per il mercato italiano. La relazione di fiducia e di collaborazione che è venuta a crearsi negli anni è la miglior garanzia per i clienti di avere risposte precise e tempestive ogni volta che ne hanno bisogno”, spiega Roberto Facchinetti, Business Development Manager dell’azienda.

Valuta la qualità di questo articolo

C
Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

email Seguimi su

Articoli correlati

Articolo 1 di 4