Cloud, edge, intelligenza artificiale: le novità di Siemens alla SPS Italia 2019

SPS Italia 2019 sarà l’occasione per Siemens di presentare all’industria italiana, in uno spazio espositivo di circa 700 metri quadrati nel centrale padiglione 5, la sua visione della fabbrica del futuro. E sarà anche naturalmente l’occasione per dimostrare dal vivo le innovazioni sviluppate negli ultimi mesi.

Protagonisti, quest’anno, le novità di MindSphere, il sistema operativo Siemens basato su Cloud per l’IoT industriale, un sistema per connettere gli azionamenti al cloud, ma anche le soluzioni in grado di migliorare la raccolta e l’elaborazione del dato vicino alla sorgente (edge computing) e un modulo con processore neurale per applicazioni che richiedono intelligenza artificiale.

Queste novità saranno esposte allo stand, ma anche integrate in diverse demo in giro per la fiera.

“Quando l’automazione, il software, l’hardware e le piattaforme cloud si incontrano e integrano, i dati che ne derivano acquisiscono un’importanza preziosa: possono essere convertiti in conoscenza, generando un enorme valore aggiunto nelle prestazioni e nella flessibilità della produzione. Ed è questo concentrato di tecnologie innovative, parte della Digital Enterprise di Siemens, a supportare la trasformazione digitale delle imprese italiane” spiega Giuliano Busetto, Head of Operating Company Digital Industries di Siemens Italia e Presidente di Siemens Industry Software.

Il futuro dell’automazione

In particolare nell’area dedicata al Future of Automation sarà presente una demo che mostrerà un sistema di machine learning applicato a un robot che saprà gestire, senza esser stato precedentemente istruito, oggetti di forma nota e non.


Due macchine, poi, saranno presenti allo stand. Una è una macchina IMA (serie 590) per il confezionamento di cialde di caffè: una realizzazione che, dopo la fiera, sarà poi spostata al centro tecnologico applicativo Siemens di Piacenza. La macchina, dotata di automazione ed elettromeccanica Siemens, sarà accompagnata per l’occasione anche dal suo gemello digitale e collegata in MindSphere per l’analisi dei dati prodotti.

La seconda macchina in mostra è una macchina confezionatrice per sacchetti di patatine Tronrud che utilizza la tecnologia digitale Siemens, a partire dal gemello digitale, collegata in MindSphere per l’analisi dei dati prodotti. La macchina può imballare fino a 300 sacchetti al minuto.

Tra le altre soluzioni in mostra allo stand Siemens, l’inverter Sinamix G120X, pensato per infrastrutture, ventilazione e trattamento acque, poi sistemi decentrati per movimentazione materiali in ambito intralogistica, azionamenti collegati direttamente al cloud con Sinamics Connect e il nuovo sistema di controllo di processo Simatic PCS 7 Neo.


Oltre al main stand, Siemens sarà presente nel District 4.0: nel padiglione 7 con MindSphere World Italia, l’associazione che supporta l’adozione di MindSphere nell’Europa meridionale che oggi conta 22 soci; nel padiglione 4 con l’offerta di formazione di Siemens SCE, dove saranno ospitati anche i vincitori delle ultime Olimpiadi dell’automazione, i ragazzi dell’ITTS Carlo Grassi di Torino che hanno sviluppato un progetto completo, progettando una vera impresa 4.0, attiva nel campo della meccatronica, grazie al ricorso a diverse fra le tecnologie abilitanti il 4.0 ma anche alla completa simulazione di processi aziendali dal punto di vista gestionale e manageriale.

Infine nel padiglione 4.1 sarà esposta la macchina MLGA di Pneumax sviluppata con Telmotor su tecnologie Siemens: un sistema di posizionamento multi-asse per allineamenti geometrici nel settore della lastratura, equipaggiato con tecnologie innovative, dal digital twin alla fornitura di motori, logica di controllo e gestione, fino alla soluzione di realtà aumentata per l’analisi dei KPI della macchina e la manutenzione predittiva, attraverso la piattaforma Simatic IoT2040.

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Franco Canna ha 1001 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Franco Canna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest