Dallo Spazio alla domotica: cento storie per raccontare l’eccellenza dell’Italia nella robotica e nell’automazione

In un momento in cui robot e automi entrano nella vita di tutti i giorni, sempre più presenti nelle attività di pulizia domestica, in quelle ludiche o nei servizi di assistenza, Fondazione Symbola ed Enel in collaborazione con Fondazione Ucimu, hanno deciso di realizzare uno studio che mira ad approfondire la conoscenza di un comparto che rappresenta una eccellenza assoluta per l’Italia.

Cecilia Laschi, creatrice del robot polpo,  Francesco Visentin, che ha contribuito alla realizzazione di Plantoide, il robot che riproduce il comportamento delle piante, Antonio Bicchi, Presidente di I-RIM (Istituto di robotica e macchine intelligenti) e Gabriele Diamanti, che ha firmato Hannes, la mano robotica sviluppata dal centro protesi INAIL di Budrio e dell’Istituto Italiano di Tecnologia, sono i quattro testimonial scelti per presentare le eccellenze della robotica italiana selezionate nel quarto Rapporto sull’innovazione Made in Italy intitolato “100 Italian robotics and automation stories“. Cento storie che, dalla robotica domestica a quella per lo spazio, hanno messo a punto tecnologie pronte a migliorare la vita delle persone, innovazioni applicate alle attività quotidiane, alla sanità, all’industria e alla ricerca.

I numeri della robotica, il comparto cresce del 6%, l’Italia in sesta posizione

A livello mondiale il comparto della robotica ha raggiunto il valore di 16,5 miliardi di dollari e solo nel 2018 sono state consegnate 422 mila unità, con un aumento del 6% rispetto all’anno precedente.

L’industria italiana è sesta al mondo per il numero complessivo di robot industriali installati (69.142 unità nel 2018), preceduta da Cina, Giappone, Corea del Sud, Stati Uniti e Germania. Per numero di pubblicazioni scientifiche, oltre 10 mila, l’Italia è inoltre sesta al mondo nella ricerca robotica davanti a Francia, Canada, Corea del Sud e Spagna.

Per quanto riguarda il comparto industriale, la filiera della robotica italiana conta ben 104 mila imprese, cresciute del 10% in cinque anni, con un totale di 429 mila addetti. Milano guida la classifica con circa 12 mila imprese e 110 mila addetti; seguono Roma con 11 mila imprese e 63 mila addetti, Napoli con 5 mila imprese e 13 mila addetti, Torino con 5 mila imprese e 25 mila addetti e, con circa 2 mila imprese tra Brescia, Padova, Bari, Bologna, Firenze, Monza e Brianza, Bergamo e Salerno.

La robotica italiana arriva anche nello spazio: sono Made in Italy diverse tecnologie utilizzate sulla sonda robotica della NASA InSight, sbarcata su Marte nel 2018, e su quelle che nel 2020 saranno utilizzate nella missione ExoMars per lo studio del terreno marziano, come la semisfera catarifrangente Larri (Laser Retro-Reflector for InSight) che fornirà la posizione del lander sulla superficie di Marte, sviluppata dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) con il supporto dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

Realacci (Symbola): “Italia in grado di vincere ogni sfida”

“L’intuizione e l’esperienza, maturate nei rapporti prodotti con Enel, ci confermano che se si guarda l’Italia con occhi diversi si scoprono cose che altri umani non sanno leggere – afferma Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola. “È così anche per la robotica che già oggi contribuisce ad importanti filiere del Made in Italy come l’agroalimentare, la moda, il legno-arredo, la meccanica. Ed è attraversata dalle sfide del futuro, a cominciare dalla necessità di affrontare la crisi climatica, coniugando empatia e tecnologia”.

“Le 100 esperienze, raccontate nel Rapporto – prosegue Realacci – testimoniano che se l’Italia fa l’Italia è in grado di vincere qualsiasi sfida, grazie alla sua capacità di far sintesi tra funzionalità, bellezza, umanesimo, figlia di una cultura che nelle sfide tecnologiche più avanzate non dimentica la ricerca di un’economia e una società più a misura d’uomo, come affermiamo nel Manifesto di Assisi”.

Starace (Enel): “Italia esempio di crescita sostenibile”

“Insieme a Symbola vogliamo valorizzare il prezioso patrimonio di eccellenze del nostro Paese – sottolinea Francesco Starace, Amministratore Delegato di Enel – mettendo in luce storie di successo, spesso poco conosciute, e di talento, non sempre riconosciuto, che contribuiscono al progresso attraverso soluzioni a misura d’uomo. Tecnologia e ricerca sono i pilastri dello studio che raccoglie 100 esempi virtuosi di aziende che operano nel settore della robotica e dell’automazione Made in Italy”.

“Storie di ricercatori, mondo accademico e imprese – conclude Starace – che hanno la capacità di anticipare i tempi, testimoniando ancora una volta la competitività e l’avanguardia del sistema italiano in ambito internazionale. Siamo convinti che il nostro Paese, con le sue eccellenze e competenze, possa essere esempio di crescita sostenibile a livello globale dimostrando, in linea con il Manifesto di Assisi, che è possibile riportare la dimensione umana al centro del modello economico”.

Ecco le 100 Italian Robotics & Automation Stories

AEROSPAZIO: Argotec | ASI – Agenzia Spaziale Italiana | IIS Sansi Leonardi Volta | Istituto d’Istruzione Superiore Avogadro | Leonardo | Università del Salento

AGRICOLTURA: Demur | Università degli Studi Roma Tre

AUTOMAZIONE: Alumotion | AutomationWare | BM Group Polytec | BNP | Bonfiglioli | CMA ROBOTICS | COMAU | Cosberg | Danieli Telerobot Labs | Datalogic | Egicon | Fameccanica | Gaiotto Automation | IMA | Inventio | IUVO | Loccioni | Prima Industrie | qbrobotics | Roboticom | Robox | Smart Robots | Springa | STMicroelectronics | Tiesse Robot | Vision Device

AUTOMOTIVE: Italdesign | Roboteco Italargon

DIVULGAZIONE: Fondazione Mondo Digitale | I-RIM | OFpassiON | Scuola di Robotica | SIRI – Associazione Italiana di Robotica e Automazione | UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE

DOMOTICA: Zucchetti Centro Sistemi

EDUTAINMENT E SPORT: Maker Faire Rome | Makr Shakr | Robotech | Sapienza Università di Roma | Stripes Cooperativa Sociale | Università degli Studi di Milano Bicocca

LOGISTICA: Elettric80 | Rollon | Scaglia INDEVA | TactileRobots | Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli | Università degli Studi di Roma Tor Vergata | Yape

NURSING/ASSISTENZA: Mediate | Università degli Studi di Genova

RICERCA: Centro Ricerche E. Piaggio – Università di Pisa | CNR | Co-Robotics | ENEA | IIT | Politecnico di Bari | Politecnico di Torino | Scuola Superiore Sant’Anna | Università degli Studi della Basilicata | Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale | Università degli Studi di Catania | Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia | Università degli Studi di Napoli Federico II | Università degli Studi di Padova | Università degli Studi di Pavia | Università degli Studi di Salerno | Università degli Studi di Sassari | Università degli Studi di Siena | Università Politecnica delle Marche

SALUTE: ABzero | BionIT Labs | ddp studio | Elastico Disegno | Era Endoscopy | Inail | Khymeia | Masmec | Medical Microinstruments | Movendo Technology | Politecnico di Milano | Prensilia | Università Campus Bio-Medico di Roma | Università degli Studi di Brescia | Università degli Studi di Torino | Università degli Studi di Verona | ValueBiotech | Wearable Robotics

SICUREZZA: Aslatech | MDM Team | NuZoo Robotics | Università degli Studi di Firenze | Università di Bologna Alma Mater Studiorum

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fabrizio Cerignale

Giornalista professionista, con in tasca un vecchio diploma da perito elettronico. Free lance e mobile journalist per vocazione, collabora da oltre trent’anni con agenzie di stampa e quotidiani, televisioni e siti web, realizzando, articoli, video, reportage fotografici. Giornalista generalista ma con una grande passione per la tecnologia a 360 gradi, da quella quotidiana, che aiuta a vivere meglio, alla robotica all’automazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.