Il Governo dà il via al (lungo) iter che porterà a semplificare gli incentivi

Nel Consiglio dei Ministri svoltosi il 26 maggio 2022 è stato approvato il disegno di legge per la riforma degli incentivi.

Inizia così un percorso – che dovrebbe durare al massimo un anno – che si propone di “migliorare l’efficienza e incrementare gli investimenti di politica industriale, attraverso una ricognizione del sistema degli incentivi alle imprese basata su una organica razionalizzazione delle misure agevolative”, come sottolinea in una nota il Ministero dello Sviluppo Economico.

Dal punto di vista tecnico quello approvato oggi è un disegno di legge delega: in pratica il Governo propone al Parlamento di approvare una legge che attribuisca al Governo stesso il potere di regolamentare la materia a mezzo di decreti legislativi (o decreti delegati). Questi decreti delegati dovranno essere emanati entro 12 mesi dall’approvazione della legge delega da parte del Parlamento.

Come ormai consueto nel nuovo corso della comunicazione del Ministero dello Sviluppo Economico, il testo del disegno di legge non è stato reso noto, per cui toccherà attendere l’approdo del testo alle Camere per poterne leggere il contenuto.

Al momento dobbiamo limitarci a riportare stralci del comunicato ministeriale, dove è scritto che è prevista “l’introduzione di tecnologie gestionali innovative per l’interoperabilità dei dati e funzionali ad evitare la duplicazione e la sovrapposizione degli interventi previsti”.

L’obiettivo della revisione del sistema è di “procedere ad una riduzione degli oneri per le imprese, con una semplificazione e velocizzazione delle procedure amministrative per l’accesso alle agevolazioni, garantendo così ai beneficiari la certezza dei tempi”.

Al fine di facilitare la conoscenza da parte delle imprese degli strumenti disponibili sarà data nuova vita al portale incentivi.gov.it che il Ministero rinnoverà completamente a partire dal prossimo 2 giugno e che il ministro Giancarlo Giorgetti ha definito “uno strumento al servizio delle imprese e degli imprenditori che vogliono sviluppare un’idea e far crescere i loro progetti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ membro del Consiglio Direttivo di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.