Si chiama Ability la piattaforma presentata da ABB nel corso del suo evento dedicato agli utilizzatori a Houston in Texas, marchio distintivo dell’offerta della multinazionale elvetica per l’impresa digitale. Fa il suo esordio ufficiale sul mercato un brand che era già stato presentato lo scorso ottobre, quando ABB annunciò la partnership strategica con Microsoft, e in occasione della presentazione di alcune recenti acquisizioni operate da ABB, come quella della software house canadese Enbala o quella della la spagnola NUB3D.

ABB Ability è una piattaforma nella quale sono incluse oltre 180 soluzioni software per abilitare i processi di digitalizzazione in atto nelle reti di pubblica utilità, nell’industria, nei trasporti e nelle infrastrutture, tutti settori nei quali ABB può vantare un’esperienza ultradecennale.

ABB Ability farà leva sulla rivoluzione digitale per offrire agli utilizzatori una riduzione dei costi di manutenzione, una maggiore durata degli asset, efficienza operativa, la riduzione degli impatti ambientali e il miglioramento della sicurezza dei lavoratori.


“In qualità di leader tecnologico all’avanguardia nelle soluzioni digitali, con una base installata di più di 70 milioni di dispositivi collegati e 70.000 sistemi di controllo, ABB ha un posizionamento senza confronti per supportare la trasformazione digitale dei propri clienti”, ha dichiarato il CEO di ABB Ulrich Spiesshofer. “ABB Ability, è la sintesi del nostro intero portafoglio di soluzioni e servizi. Stiamo creando valore aggiunto per il cliente combinando le nostre competenze dei settori in cui operiamo con le più recenti tecnologie di connettività avanzata e digitali. Grazie a ciò, i nostri clienti potranno raggiungere miglioramenti senza precedenti in termini di prestazioni operative e di produttività”.


Un’offerta basata su Cloud

Come già accade per Predix di GE Digitale e MindSphere di Siemens, anche le soluzioni e i servizi digitali di ABB Ability sono basati su cloud. Il partner strategico di ABB è Microsoft, con la sua piattaforma Azure.

“Basare le nostre soluzioni sulla piattaforma Azure ci consente di beneficiare di tutte le sue funzionalità e di aggiungere valore alla nostra offerta di settore specifica”, ha dichiarato il Chief Digital Officer di ABB Guido Jouret. “In effetti stiamo trasformando decenni di esperienza di ABB nell’industria in un’offerta di soluzioni software alla quale i nostri clienti possono accedere attraverso la piattaforma digitale più ampia e avanzata al mondo. Ci stiamo trasformando da campione digitale nascosto a partner ideale per quei clienti che intraprendono un percorso di trasformazione digitale. Ora possono sapere di più, fare di più e meglio, insieme. Siamo in grado di aiutarli a valutare, automatizzare, ottimizzare e collaborare”

Che cosa c’è nella scatola?

L’offerta digitale di ABB Ability comprende soluzioni per la gestione delle performance nelle industrie ad alta intensità di capitale; sistemi di controllo per industrie di processo; servizi di monitoraggio remoto per robot, motori e apparecchiature; soluzioni per il controllo di edifici, reti di ricarica per veicoli elettrici e piattaforme offshore. Alcune proposte più specialistiche riguardano l’energy management per i data center e l’ottimizzazione della navigazione per le flotte navali.

Alcune di queste soluzioni erano in mostra all’evento di Houston. Tra queste citiamo ABB Ability Asset Health Center 3.0 per l’asset performance management e la manutenzione predittiva e ABB Ability System 800xA, l’evoluzione in chiave digitale del noto sistema di controllo di processo ABB. Ma si tratta solo di alcune delle 180 soluzioni presenti al momento nell’offerta ABB Ability, che comprendono ad esempio anche ABB Ability Collaborative Operations, una soluzione che consente agli utilizzatori di collaborare per il miglioramento della produttività, la riduzione dei guasti e dei costi di manutenzione degli asset, e ABB Ability Digital Substation per la gestione delle sottostazioni digitali nel settore delle utility, che integra sensori di corrente a fibra ottica e interruttori di sezionamento per ridurre le necessità di manutenzione e il ricorso a chilometri di cablaggio convenzionale. Grazie all’impiego di componenti elettrici, sensori digitali e cloud computing gli operatori di rete possono prendere decisioni sulla base di informazioni complete e aggiornate in tempo reale, mentre gli algoritmi predittivi sono in grado di migliorare le attività di manutenzione e di asset management.

Parte dell’offerta ABB Ability è anche lo Smart Sensor, il sensore intelligente che connette in maniera immediata i motori industriali a internet consentendo alle aziende di implementare il monitoraggio continuativo. La soluzione trasmette al cloud i dati su vibrazioni, temperatura, carichi e consumi energetici. Gli allarmi vengono generati non appena uno qualsiasi dei parametri devia dalla norma, consentendo all’operatore di adottare misure preventive prima che si verifichi un malfunzionamento del motore.

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Franco Canna ha 933 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Franco Canna

6 pensieri riguardo “Ecco Ability, la piattaforma ABB per l’impresa digitale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest