Pur se con un mese e mezzo di ritardo rispetto a quanto previsto dalla legge di bilancio arriva finalmente in porto il decreto interministeriale che dà attuazione al credito di imposta sulle spese di formazione 4.0. Lo hanno firmato il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, quello dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan e quello del Lavoro Giuliano Poletti.

L’incentivo, come è noto, è finalizzato a supportare l’acquisizione di competenze sulle tecnologie 4.0 applicate negli ambiti Informatica, Tecniche e tecnologie di produzione e Vendita e marketing da parte dei lavoratori dipendenti di imprese italiane (qui il lungo elenco delle attività incentivate) prevede un credito di imposta del 40% delle spese ammissibili sostenute nell’anno 2018 e nel limite massimo di 300.000 euro per ciascuna impresa beneficiaria, con un tetto complessivo di 250 milioni stanziati per questo strumento.

“La piena operatività del Credito di Imposta alla Formazione 4.0 rappresenta un passaggio importante del Piano Impresa 4.0: una misura automatica finalizzata alla generazione e al rafforzamento di competenze 4.0 necessarie per abilitare gli investimenti a maggior contenuto di innovazione nelle imprese e a mettere al centro la formazione dei lavoratori nelle strategia di recupero di competitività internazionale”, spiega in una nota il Ministero dello Sviluppo economico.

“Con l’operatività del credito di imposta Formazione 4.0, l’approvazione oggi in CdM della governance del fondo per il capitale immateriale e la selezione definitiva dei competence center che si concluderà a giorni, il piano impresa 4.0 completa il pilastro delle competenze dopo quello del supporto agli investimenti tecnologici”, ha commentato il Ministro Calenda. “Un lavoro di due anni che ha visto la collaborazione del Governo con associazioni d’impresa, sindacati, università e che fa del piano italiano il più consistente e articolato in Europa”.

Il testo del decreto non è ancora pubblico. Non appena lo sarà ve ne daremo conto.

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Franco Canna ha 804 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Franco Canna

Un pensiero riguardo “Formazione 4.0, firmato il decreto attuativo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest