Spada (Assolombarda): “Cresce la volatilità delle materie prime e i prezzi si mantengono elevati. Introdurre con urgenza il tetto al prezzo del gas”

L’analisi del Centro Studi di Assolombarda sull’andamento del prezzo delle materie prime mostra che la corsa alle quotazioni è entrata in una nuova fase, con i prezzi che sono diminuiti rispetto al picco determinato dallo scoppio del conflitto tra Russia e Ucraina ma che rimangono, comunque, su livelli molto elevati rispetto al pre-Covid. A preoccupare è l’aumento della volatilità, che rappresenta un’ulteriore preoccupazione per le imprese. Per tutelare l’attività delle imprese il Presidente di Assolombarda, Alessandro Spada, chiede che il Governo introduca subito un tetto al prezzo del gas naturale.

Continua a leggere

Metalmeccanica, guerra e caro-prezzi frenano la ripresa. Federmeccanica: “Servono interventi emergenziali e strutturali”

L’indagine congiunturale di Federmeccanica relativa al primo trimestre del 2022 evidenzia una leggera contrazione dell’attività produttiva (-0,2%), che tuttavia rappresenta un’attenuazione dei risultati negativi osservati nel corso dell’ultimo trimestre del 2021. A preoccupare è però la contrazione delle previsioni di crescita e della fiducia da parte delle imprese del settore. Imprese che sono duramente colpite dagli effetti del conflitto tra Russia e Ucraina, dal caro-prezzi e dalle difficoltà di approvvigionamento. Per il 60%, questi problemi porteranno a una contrazione dell’attività produttiva, mentre il 4% rischia di doverla sospendere.

Continua a leggere

Allarme energia, Spada (Assolombarda): “Entro un anno a rischio la produzione di più della metà delle aziende”

Energia, lavoro, giovani, riforme e infrastrutture: nel corso dell’assemblea generale di Assolombarda il Presidente Spada ha parlato delle sfide che l’Italia deve vincere per poter affrontare questi tempi difficili e crescere nonostante le difficoltà. In materia di energia, il Presidente Spada lancia un allarme: senza interventi urgenti e mirati, entro un anno sarà a rischio la produzione di più della metà delle aziende del nostro Paese.

Continua a leggere

Caro energia, la strategia europea per contenere i prezzi e rispondere a un’eventuale interruzione delle forniture di gas dalla Russia

La Commissione ha pubblicato una strategia a breve termine per aiutare gli Stati membri a rispondere al rialzo dei prezzi dell’energia e prepararsi in caso di interruzione totale delle forniture di gas russo. Tra le ipotesi prese al vaglio, strumenti di solidarietà per reindirizzare la domanda dagli Stati membri meno colpiti a quelli maggiormente interessati.

Continua a leggere

REPowerE, la Commissione accelera su risparmio energetico, differenziamento delle fonti e rinnovabili: i dettagli del piano d’azione

La Commissione europea ha pubblicato il piano dettagliato per raggiungere gli obiettivi indicati dalla strategia REPowerEU per svincolare l’Unione dalla dipendenza dal gas russo e accelerare la transizione ecologica. Insieme al piano, oggi la Commissione ha pubblicato altri atti (tra comunicazioni, linee guida e strategie) volti ad accelerare sulla diversificazione delle fonti, sull’energie rinnovabili e sul risparmio energetico. Tra questi vi sono anche indicazioni agli Stati membri in caso di interruzione degli approvvigionamenti e linee guida su come stimolare il risparmio energetico.

Continua a leggere

PNRR, solo un’impresa su tre è pronta a cogliere le opportunità delle nuove risorse

Un’indagine diffusa da Unioncamere ha evidenziato che solo un’impresa su tre è pronta a cogliere le opportunità derivanti dalle risorse messe in campo dal PNRR. Tra il 70% delle imprese che non intende avvalersi di queste risorse, l’80% è rappresentato dalle PMI. Sulla situazione incide anche la difficile congiuntura, con i problemi di approvvigionamento e il rialzo dei prezzi dell’energia che minano la resilienza e la natalità delle imprese.

Continua a leggere

La manifattura è una “leva essenziale della sicurezza nazionale”: Bonomi chiede “estensione permanente” del Piano Industria 4.0

Il Presidente di Confindustria Carlo Bonomi ritiene che il Governo di non stia facendo abbastanza per sostenere le imprese in questa difficile congiuntura. Un’impresa su due – dice – potrebbe essere costretta a uno stop alla produzione in meno di tre mesi. Una situazione di emergenza che richiede un maggiore sforzo sul piano nazionale, con interventi strutturali a partire dall’estensione del Piano Industria 4.0 “come uno strumento permanente delle scelte nazionali”.

Continua a leggere

Per le aziende italiane la crisi energetica rappresenta anche un’opportunità: l’indagine di AHK Italien

Un’indagine condotta da AHK Italien sulla conseguenza del caro energia sulle imprese di Italia, Germania, Francia e Portogallo e Spagna, sottolinea che il 70% delle imprese è stato impattato dal rialzo dei prezzi energetici. Nonostante questo, le imprese non vogliono rinunciare ai progressi fatti in materia di transizione ecologica e vedono in questo momento di crisi l’opportunità per accelerare il percorso verso l’efficientamento energetico.

Continua a leggere

Gas, energia e carburante: il Ministro Cingolani indica la via per far fronte ai problemi di fornitura e al rialzo dei prezzi

In audizione al Senato il Ministro per la Transizione ecologica Roberto Cingolani ha indicato le misure a breve, medio e lungo termine che il Governo intende adottare per rendere l’Italia indipendente dalle forniture di gas russo e contrastare l’aumento vertiginoso dei prezzi di gas, carburanti ed energia.

Continua a leggere

REPowerEU, la strategia dell’Europa per un’energia più accessibile, sicura e sostenibile (e per ridurre la dipendenza dal gas russo)

La Commissione Europea ha presentato REPowerEU, la strategia con cui intende ridurre la dipendenza energetica UE dal gas Russo. La strategia punta sulla diversificazione delle fonti di approvvigionamento, intensificando alcuni obiettivi stabiliti nel programma “Fit for 55”. Le azioni presentate, inoltre, sono volte a sostenere imprese e cittadini davanti al rincaro dei prezzi dell’energia e ad assicurare scorte nel caso le relazioni con la Russia dovessero ulteriormente deteriorare.

Continua a leggere

A gennaio ulteriore balzo per energia e materia prime, Assolombarda: “Situazione allarmante per le imprese”

L’indagine realizzata dal Centro Studi di Assolombarda sottolinea un ulteriore balzo, a gennaio 2022, del prezzo delle materie prime e dell’energia. Aumenti che se non contenuti, sottolinea l’associazione, rischiano di impattare seriamente sulle imprese manifatturiere: già il 20% delle imprese del Nord-Ovest, infatti, segnala ostacoli alla produzione per mancanza di materiali e impianti a fine 2021, mentre il 5% segnala ritardi nelle consegne degli ordini.

Continua a leggere