Robotica, intelligenza artificiale e occupazione, un dibattito stretto tra tecnofobia e necessità di cambiamento

Nell’era della quarta rivoluzione industriale il rapporto tra tecnologia e lavoro è ancora vissuto in modo fortemente polarizzante, con i “tecnofili” e “tecnofobi” trincerati dietro posizioni spesso preconcette. In questo articolo riportiamo numeri, studi e analisi oltre a una riflessione, in compagnia di diversi esperti, su come cambieranno le professioni nel futuro e di cosa c’è bisogno per guidare le trasformazioni in atto.

Continua a leggere

Unioncamere e Federmeccanica firmano un accordo per ridurre il gap tra domanda e offerta di lavoro

Federmeccanica e Unioncamere hanno siglato un accordo che amplia la collaborazione tra le due associazioni in ambito di formazione professionale. Le attività previste puntano a migliorare i percorsi di formazione offerti ai giovani, potenziare gli Its e offrire percorsi di alternanza scuola-lavoro. Attività necessarie per fornire ai giovani le competenze tecniche, digitali e green di cui le aziende avranno sempre più bisogno e per risolvere il problema del mismatch di competenze nella metalmeccanica.

Continua a leggere

Flessibilità, produttività e mass customization: a che cosa servono automazione, robotica e additive manufacturing

Grazie all’automazione di nuova generazione, alla robotica e alle tecnologie digitali è possibile rendere i processi di produzione più flessibili, resilienti, sostenibili e in grado di rispondere alle sfide poste dalla personalizzazione di massa. Anche le tecnologie dell’Additive Manufacturing posso aprire importanti possibilità, ma occorrono competenze specifiche e un approccio strategico agli investimenti.

Continua a leggere

Come superare la crisi e cogliere le opportunità della digitalizzazione: le strategie per il successo secondo Federmeccanica

Il Position paper di Federmeccanica, “Liberare l’ingegno”, è frutto del lavoro di una Task Force composta da docenti universitari, manager di aziende, rappresentanti di associazioni industriali ed esperti del mercato del lavoro, che da marzo ad ottobre 2020 si sono riuniti a cadenza bisettimanale. Nel documento si discute della situazione emergenziale affrontata dalle aziende e del ruolo che la tecnologia può ricoprire nel contrasto all’emergenza sanitaria in corso, si presentano strategie e interventi da adottare per cogliere le opportunità della digitalizzazione e i cambiamenti culturali necessari per far sì che anche il sistema Paese torni a crescere.

Continua a leggere

Digitalizzazione e competenze: le aziende italiane sono tra quelle che investono di più, ma la pandemia frena gli investimenti delle piccole imprese

La ricerca “Skill Revolution Reboot” del Gruppo Manpower analizza gli impatti del Covid-19 su digitalizzazione e competenze. La pandemia ha spinto le aziende italiane a accelerare gli investimenti su digitalizzazione e automazione dei processi. Tuttavia, questo trend riguarda maggiormente le aziende più grandi, che sono anche quelle che programmano di creare più posti di lavoro, mentre le aziende più piccole hanno subito maggiormente gli effetti della pandemia e hanno sospeso temporaneamente i progetti di automazione e digitalizzazione. Cambiano anche i profili e le competenze richieste: cresce l’importanza delle competenze tecniche, ma anche di quelle interpersonali (le cosiddette soft skill).

Continua a leggere

Digital Twin e upskilling del personale: la strategia di Lenze per affrontare le sfide della pandemia

A seguito di un 2020 difficile ma positivo, Lenze, azienda specializzata in automazione di macchine e impianti, guarda al nuovo anno puntando su soluzioni meccatroniche avanzate. Al cuore del portfolio dell’azienda c’è l’utilizzo dei gemelli digitali, con Easy System Designer. Su questa soluzione l’azienda punta per rispondere alle sfide derivanti da un settore che, a seguito dell’accelerazione alla trasformazione digitale imposta dalla pandemia, cambierà più rapidamente nei prossimi anni. In questo quadro si inseriscono anche i progetti di investimento sulla formazione del personale che l’azienda intende portare avanti nel corso del 2021.

Continua a leggere

Le professioni che salgono, quelle che scendono e le competenze chiave: ecco come sarà il lavoro nel 2030

Lo studio realizzato da Manpower Group, Ernst & Young e Pearson delinea i trend che rivoluzioneranno il lavoro e le competenze rilevanti nel mercato. Secondo le previsioni, oltre il 50% delle professioni subirà cambiamenti sostanziali a seguito di processi di scissione, fusione e ibridazione delle competenze. Tra le professioni in crescita, soltanto il 57% riguarderà la tecnologia, mentre le competenze trasversali e interpersonali acquisiranno un peso sempre maggiore.

Continua a leggere

Lavoro, il mismatch di competenze tra domanda e offerta rischia di frenare la ripresa

Secondo un rapporto del Randstad Research, negli ultimi 15 anni è aumentato il mismatch delle competenze tra la domanda e l’offerta di lavoro, che rappresenta un ostacolo alla crescita del Paese. Una situazione, che per il 58% delle imprese è dovuta alla sottoqualificazione tecnico-scientifica, ma che riguarda in termini assoluti anche altre professioni, come quelle del cameriere, del cuoco, del conduttore di mezzi pesanti e camion, del commesso, del tecnico della vendita e della distribuzione. Preoccupante, secondo il rapporto, è l’aumento della percentuale della popolazione che non studia, non lavora e non cerca un impiego (Neet), che potrebbe ulteriormente aumentare a causa dell’interruzione didattica provocata dalla pandemia. Occorre quindi, sottolinea il rapporto, investire sull’istruzione e sulla formazione continua, oltre che puntare sull’aumento dell’occupazione tra giovani e donne.

Continua a leggere

Lo studio Manpower: la pandemia ha trasformato le priorità di aziende e lavoratori

La nuova ricerca di ManpowerGroup analizza gli effetti della pandemia sulla digitalizzazione delle imprese: quelle che hanno saputo digitalizzare e automatizzare i proprio processi sono riuscite ad attenuare l’impatto della crisi sulla riduzione dell’organico (l’86% prevede infatti di lasciarlo invariato nei prossimi mesi o di incrementarlo). Cambiano anche le priorità per i business, con le figure di HR leader che assumono un ruolo più importante all’interno delle aziende. Tuttavia, alcune aziende rischiano di rimanere escluse dalla ripresa.

Continua a leggere

In Italia 10 milioni di lavoratori non hanno le competenze giuste: lo skill mismatch è una vera e propria “tassa”

Secondo uno studio del Boston Consulting Group (BCG), in Italia quasi 10 milioni i lavoratori sono sovra o sottoqualificati per il loro impiego. Nel mondo, skill mismatch e skill gap interessano 1,3 miliardi di lavoratori, che in termini economici ci traduce in una “tassa” del 10% sul Pil. Entro il 2025 questi fenomeni potrebbero portare a una perdita di 18 mila miliardi di dollari.

Continua a leggere

L’Europa spinge su ricerca e innovazione: quasi 100 miliardi per Horizon Europe e oltre 7,5 miliardi per il Digital Europe Programme

Il Piano Horizon Europe avrà un budget di 95,5 miliardi da destinare allo promozione, a livello europeo, nazionale e regionale, di ricerca e innovazione. Definite anche le risorse per il Digital Europe Programme, che metterà oltre 7,5 miliardi di euro per progetti in materia di high performance computing, Intelligenza Artificiale, cybersecurity e competenze digitali.

Continua a leggere