incentivi alla formazione

Da Fondimpresa 20 milioni di euro a sostegno della formazione tecnologica e digitale delle imprese

Fondimpresa ha stanziato 20 milioni di euro per finanziare la formazione tecnologica e digitale dei lavoratori delle imprese aderenti. Il finanziamento va da 50.000 a 250.000 euro a seconda dell’area di intervento.

Pubblicato il 15 Feb 2024

Formazione interaziendale additive manufacturing

Ammonta a 20 milioni di euro la dotazione finanziaria stanziata da Fondimpresa – associazione costituita da Confindustria, CGIL, CISL, UIL per promuovere la formazione continua dei quadri, degli impiegati e degli operai nelle imprese aderenti –, rivolta a finanziare la formazione tecnologica e digitale dei lavoratori delle aziende aderenti al Fondo che stanno realizzando un progetto o un intervento di innovazione digitale e/o tecnologica di prodotto o di processo.

Risorse che il fondo paritetico interprofessionale mette a disposizione per finanziare piani di formazione che prevedono almeno la collaborazione di un dipartimento universitario, di un altro ente di ricerca o di un Competence Center e che siano incentrati su progetti o interventi di innovazione digitale o tecnologica nelle imprese aderenti. La formazione deve riguardare  l’introduzione di nuovi prodotti o processi o un notevole miglioramento di quelli già esistenti.

A chi si rivolgono le agevolazioni Fondimpresa per la formazione tecnologica e digitale

Le agevolazioni previste dall’avviso sono rivolte alle imprese aderenti a Fondimpresa che non abbiano beneficiato di piani già finanziati sull’Avviso 6/2022 del Fondo, salvo il caso in cui il finanziamento sia stato revocato o l’azienda vi abbia rinunciato.

Possono aderire anche gli enti già iscritti, alla data di presentazione della domanda di finanziamento, nell’Elenco dei Soggetti Proponenti qualificati da Fondimpresa ai sensi del “Regolamento istitutivo del sistema di qualificazione dei Soggetti Proponenti” (2022-2024) nel limite della classe di importo e dell’ambito territoriale di iscrizione, che deve comprendere tutte le regioni a cui appartengono le aziende beneficiarie del piano.

Le macro aree di intervento e le risorse allocate

Le risorse destinate da Fondimpresa al finanziamento dei piani formativi presentati sull’Avviso n. 1/2024 sono complessivamente pari a 20 milioni di euro, suddivisi in quattro macro aree, come riportato nella tabella sottostante.

Ciascun piano formativo può interessare una sola delle macro aree sopra indicate. La macro area D è destinata esclusivamente a piani formativi, su base multi regionale, idonei a soddisfare fabbisogni formativi comuni ad aziende appartenenti alla stessa categoria merceologica o a reti e filiere organizzate secondo la logica della prevalenza del prodotto/servizio finale, sviluppando modelli e interventi integrati di formazione del personale, anche con azioni di tipo sperimentale o prototipale.

Il piano deve coinvolgere imprese appartenenti ad almeno due regioni o province autonome e la quota minima di aziende appartenenti alla regione o provincia autonoma meno coinvolta deve essere almeno pari al 30% del totale delle imprese partecipanti al piano.

In caso di piano che coinvolge imprese appartenenti a più di due regioni la quota minima di aziende appartenenti alle regioni o provincie autonome meno coinvolte deve essere almeno pari al 30% del totale delle imprese partecipanti al piano.

Il piano di livello interaziendale o presentato a valere sulla macro area D è ammissibile esclusivamente se tutte le imprese coinvolte sono direttamente interessate dalla medesima innovazione digitale e/o tecnologica di prodotto o di processo.

È consentita la partecipazione al piano di aziende che sono utilizzatrici dell’innovazione digitale e/o tecnologica nell’ambito della filiera produttiva (ad es. fornitore della azienda beneficiaria che utilizza tutto o in parte l’innovazione oggetto del piano) nel limite massimo del 20% dei lavoratori posti in formazione.

Il finanziamento viene assegnato, secondo l’ordine cronologico di presentazione, ai piani formativi risultati idonei sulla base della valutazione effettuata secondo i criteri indicati nell’art.13 dell’Avviso, riportato in calce all’articolo.

I piani formativi che rientrano nelle macro aree A, B e C devono prevedere un finanziamento minimo di  50.000 euro e un finanziamento massimo di euro 150.000. Per la macro area D, invece, deve essere previsto un finanziamento minimo di 100.000 euro e un finanziamento massimo di 250.000 euro.

Come devono essere strutturati i piani formativi

Il piano formativo si identifica in un insieme organico di attività, direttamente connesse al progetto o intervento di innovazione digitale e/o tecnologica di prodotto e/o di processo nelle imprese beneficiarie della formazione, nel quale possono essere previste:

  • attività preparatorie e di accompagnamento, relative all’analisi della domanda, alla diagnosi e rilevazione dei fabbisogni, alla definizione con le aziende dei modelli e delle metodologie di intervento, sia sul versante dell’innovazione digitale e/o tecnologica che delle competenze da sviluppare, nonché allo svolgimento di attività di accompagnamento e supporto alla formazione
  • attività non formative, relative a progettazione delle attività del piano, orientamento, valutazione e bilancio delle competenze dei lavoratori, monitoraggio e valutazione delle attività
  • attività di erogazione della formazione, sulla base del programma e delle modalità definite nel piano presentato a Fondimpresa e nelle progettazioni di periodo successive al suo finanziamento

Nel piano sono ammesse azioni formative di livello avanzato o specialistico, mentre le azioni formative a livello di base sono consentite solo se strettamente connesse all’innovazione digitale e/o tecnologica nelle aziende beneficiarie, nel limite massimo del 20% del totale delle ore di formazione del piano.

Ciascuna azione formativa deve prevedere da un minimo di 8 ore di durata ad un massimo di 100 ore. Il singolo lavoratore può frequentare un massimo di 100 ore di formazione, in una o più azioni formative.

Nel piano formativo presentato deve comunque essere sviluppata la progettazione di dettaglio per almeno il 70% del totale delle ore complessive di formazione (ore corso) previste.

Modalità formative e certificazione delle competenze

Le modalità formative del piano possono privilegiare, senza limiti parametrici, l’utilizzo di metodologie flessibili e personalizzate tipiche della formazione/intervento (action learning, coaching, affiancamento, training on the job), fermo restando che non possono essere finanziate le ore di formazione durante le quali il partecipante svolge anche attività produttive.

La formazione può avvenire anche a distanza, ma in tal caso l’attività deve essere supportata da un sistema che effettua il tracciamento delle attività svolte e consente la stampa dei relativi rapporti. La formazione deve essere progettata per conoscenze e competenze con idonee attività di valutazione finalizzate al rilascio all’allievo di una attestazione degli apprendimenti acquisiti trasparente e spendibile. Ove esistente e applicabile alle competenze da acquisire nel piano, deve essere prevista la certificazione delle competenze secondo la normativa regionale.

Il numero minimo dei partecipanti ad una azione formativa è di quattro lavoratori che devono partecipare almeno al 70% delle azioni programmate. 

La durata massima del piano formativo è di 13 mesi dalla data di ricevimento della comunicazione di ammissione a finanziamento del piano stesso da parte di Fondimpresa, con l’obbligo di portare a termine tutte le attività di erogazione della formazione entro 12 mesi dalla data di ricevimento della comunicazione di ammissione a finanziamento del Piano.

La rendicontazione finale delle spese deve essere presentata nei tre mesi successivi alla conclusione del piano, comunque entro 16 mesi dalla data di ricevimento della comunicazione di ammissione a finanziamento del piano stesso da parte di Fondimpresa.

Modalità di erogazione dei contributi

L’erogazione del finanziamento concesso avviene con le seguenti modalità:

  • un anticipo fino al 70% dell’importo del finanziamento, da richiedere entro 120 giorni dalla data di comunicazione di ammissione al finanziamento
  • il saldo dell’importo del finanziamento concesso, se dovuto, entro 30 giorni dall’approvazione della rendicontazione finale da parte di Fondimpresa

Nel caso in cui si rientri nella disciplina prevista dal Regolamento UE 651/2014 (che regola gli aiuti di Stato in regime di esenzione), il contributo concesso è del 50%, che può arrivare fino al 70% dei costi ammissibili. In caso di applicabilità del Regolamento de minimis, invece, il contributo può arrivare al 100%.

Formazione tecnologica e digitale, come accedere ai contributi di Fondimpresa

Sarà possibile presentare i piani di formazione a partire dalle ore 9.00 del 29 aprile 2024 fino alle ore 13.00 del 31 dicembre 2024. Le domande devono essere inviate esclusivamente tramite posta elettronica certificata all’indirizzo presentazione@avviso.fondimpresa.it

Al fine dell’assegnazione dei contributi si terrà conto della data e dell’ora (con minuti e secondi) rilevati dalla ricevuta di consegna rilasciata dal gestore della casella di posta elettronica ricevente di Fondimpresa.

Il testo dell’avviso

Per maggiori informazioni si veda il testo integrale dell’avviso, riportato di seguito.

Avviso 1-2024 Innovazione

Valuta la qualità di questo articolo

C
Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

email Seguimi su

Articoli correlati

Articolo 1 di 5